Così Bezos spiegava perché ha deciso di mollare il lavoro a Wall Street per fondare Amazon

Ultimo aggiornamento il 9 aprile 2016 alle 9:32

Così Bezos spiegava perché ha deciso di mollare il lavoro a Wall Street per fondare Amazon

Forse non tutti sanno che Jeff Bezos prima di lanciare Amazon, aveva un posto fisso nel settore informatico. In un video racconta le reazioni del suo capo e della moglie quando gli ha detto di voler mollare tutto per vendere libri online

«È una buona idea… ma per chi non ha un lavoro come il tuo»

Quando decide di abbandonare il suo lavoro a Wall Street Bezos va dal suo capo: «Sai, mi è venuta in mente una cosa un po’ folle di vendere libri online. “Andiamo a fare un giro” mi ha risposto. Mi ha portato a fare una passeggiata di un paio di ore in Central Park e mi ha detto questo: “Sai Jeff, sembra una buona idea, ma sarebbe migliore se provenisse da qualcuno che non ha un lavoro buono come il tuo”». Una risposta che convince Bezos a pensarci ancora qualche giorno.

L’appoggio della moglie

«Puoi contare su di me al 100% qualunque sia la tua scelta» è invece la reazione di sua moglie, non scontata spiega Bezos: «Aveva spostato un ragazzo con una posizione di lavoro stabile che ora stava per fare una cosa folle. Ma è stata sempre al mio fianco».

Immaginarsi a 80 anni

«Ora avevo una grossa decisione da fare» continua Bezos che racconta come sia stato salvato da una cosa che definisce “da nerd”. «La chiamo “regret minimization framework”. In parole semplici, mi sono proiettato avanti nel tempo, a quando avrei avuto 80 anni. Ora immaginavo la mia vita all’indietro.  Ero sicuro che a quell’età avrei avuto un unico desiderio. Ridurre drasticamente il numero dei miei rimpianti».

L’unico rimpianto: non averci provato

Bezos spiega che più immaginava la sua vita da 80enne, più non voleva che fosse piena di rimpianti. Poi c’èra quella “grande cosa” a cui non poteva sottrarsi: «Avrei avuto rimpianti a non essere parte della rivoluzione di Internet. Sapevo che se avessi provato e fallito, non avrei avuto dispiaceri. Al contrario, quell’opportunità mancata avrebbe perseguitato tutti i giorni della mia vita».

Guardare davvero lontano

«Sapevo che stavo lasciando un impegno a Wall Street nel bel mezzo della mia età, con stipendi assicurati e bonus. Questi sono aspetti che possono confondere in un ragionamento nel breve periodo. Ma se pensi a come sarà, o potrebbe essere la tua vita, nel lungo periodo, allora puoi fare le giuste decisioni» conclude Bezos.

Potrebbe interesarti

Amazon paga casa e 7.500 dollari al mese per uno stagista. Ecco la lista degli stipendi d’oro in Silicon Valley

apple

La battaglia per i migliori talenti in Silicon Valley continua senza esclusione di colpi. Salari altissimi, benefit, omaggi in azioni, sono diverse le misure che i giganti del tech stanno adottando per non lasciarsi scappare i migliori. I numeri, come si è spesso immaginato, sono incredibili. Un ventenne può portare a casa anche 8 mila dollari più altri 1.500 per l’alloggio: è quello che succede per esempio a Quora, piattaforma dove gli utenti possono pubblicare domande e ricevere risposte dalla community. Continua a leggere…»

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter