arriva il portale per la trasparenza dell'equity crowdfunding
single.php

Ultimo aggiornamento il 22 Febbraio 2021 alle 7:00

Equity crowdfunding: arriva il portale per la trasparenza delle campagne e la compravendita di quote

Consorzio Innexta e Camera di Commercio di Milano lanciano in anteprima su StatupItalia Equity Hub, il portale per la trasparenza e la liquidità nel mercato italiano del crowdfunding

Facilitare la trasparenza e il reperimento di informazioni su startup e pmi che lanciano campagne di equity crowdfunding e cercare di rendere più liquido il mercato. Sono questi i due obiettivi fondamentali di Equity hub, portale ideato da Innexta (consorzio camerale per il credito e la finanza) e Camera di Commercio di Milano che segnalerà, con analisi e parametri vari (raccolta, investitori, settore, rendimenti, ecc..) le campagne di crowdfunding in corso e già concluse e le quote azionarie scambiate.

Il progetto verrà lanciato a Milano martedì 23 febbraio nel corso dell’evento “L’Equity crowdfunding, una risorsa concreta per finanziare la crescita delle piccole e medie imprese: il portale equity hub”.

Il mercato dell’equity crowdfunding in Italia

La pandemia non ha fermato il mercato del crowdfunding in Italia che nel 2020 è cresciuto complessivamente del 75% rispetto all’anno precedente, come rileva il Report 2020 di Starteed. A prendersi la scena quest’anno è l’equity crowdfunding – l’investimento in capitale di rischio – che ha raccolto circa 122 milioni di euro, con una crescita del 95% rispetto all’anno precedente. Basti pensare che una delle maggiori piattaforme, Crowdfundme, ha raccolto dalla nascita circa 40 milioni, di cui quasi 18 solo nel 2020 e Walliance, la maggiore piattaforma di real estate equity crowdfunding italiana, ha totalizzato 15 milioni nell’ultimo anno, a fronte di una raccolta complessiva di 30 milioni di euro.

 

Il nuovo portale

Questo fermento ha portato Camera di Commercio di Milano e consorzio Innexta a un ragionamento condiviso: “Abbiamo constatato che, nonostante il mercato equity stia crescendo e abbia raddoppiato la raccolta, presenti alcuni elementi di debolezza che ne impediscono la vera scalata – spiega Danilo Maiocchi, direttore generale di Innexta – il primo è la carenza di conoscenza e trasparenza. Innexta vuole favorire consolidamento di un’offerta importante e favorire gli incontri. Vogliamo aiutare il mercato dell’equity crowdfunding a garantire agli investitori maggiore trasparenza così da portare il sistema offerta a crescere e a avere sbocchi su raccolte sistematiche, creando un database profondo”.

Leggi anche

Crowdfunding immobiliare, che cos’è e quanto vale in Italia e nel Mondo. Il report

Così hanno mappato le 550 aziende che hanno fatto raccolta in Italia indicando per ognuna aspetti di bilancio, management, progetti e risultati post raccolta, indicazione di valore post money e altre informazioni: “Entro la fine del 2021 passeremo al secondo step: mettere in evidenza chi sono i soci nel percorso di accompagnamento alla trasparenza – aggiunge Maiocchi -. Infine vogliamo aiutare il movimento di mercato incoraggiando startup e pmi innovative all’uso dell’equity e, mostrando chi mette in vendita le sue quote, accelerare la possibilità di rendere più liquido il mercato”.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter