Apple, al via Quick Look per comprare da realtà aumentata | Smartmoney

Ultimo aggiornamento il 20 febbraio 2020 alle 12:02

Apple, al via Quick Look per comprare da realtà aumentata

Parte con alcune catene la prima sostanziale implementazione dello strumento per vedere in 3D gli oggetti e acquistarli tramite Apple Pay senza uscire da Safari

Quick Look è uno strumento di Apple, visto già un paio di anni fa, per la realtà aumentata. Anzi, per sfruttarla nello shopping online mentre si naviga con Safari, senza dover scaricare un’applicazione dedicata. Gli utenti di iPhone e iPad possono in qualche modo verificare ciò che stanno scegliendo e quindi – con gli ultimi aggiornamenti, in tempo per il lancio – acquistarli. Il tutto tramite un adesivo o un modello in 3D che i rivenditori possono caricare, per dare insomma l’idea di come apparirebbe quell’oggetto nella realtà fisica, fuori dal browser. L’ultima novità è che ora si potrà appunto comprare direttamente tramite Quick Look: un nuovo pulsante, vicino all’anteprima, consentirà infatti di acquistare ciò che si sta vedendo pagando tramite Apple Pay.

 

L’esperimento è iniziato la scorsa settimana. Coinvolgerà all’inizio catene come Home Depot, Bang & Olufsen, Wayfair e 1-800-Flowers, questo secondo TechCrunch e Cnet. Per capire per esempio, in quest’ultimo caso, come starebbe il mazzo di fiori che si sta per ordinare sul proprio tavolo, o in quello di Wayfair che figura farebbe il divano nel proprio salotto. Uno dei percorsi futuri di acquisto, anche di merci prima del tutto relegate alla prova offline, è esattamente quello della realtà aumentata.

 

Apple aveva lanciato Quick Look nel 2018, come funzionalità collegata ad ARKit 2, ma finora non era particolarmente utile. Proprio perché mancavano ulteriori possibilità e soprattutto il bottone d’acquisto, arrivati invece con l’aggiornamento ad iOS 13 che appunto consente agli sviluppatori di incorporare collegamenti e pulsanti per dare informazioni e specifiche all’utente e dunque anche di procedere all’acquisto senza abbandonare la visione 3D di Quick Look in Safari. Non solo: Cupertino ha anche iniziato a distribuire lo “spatial audio” sempre per gli sviluppatori che vogliano lavorare su Quick Look. I modelli 3d potranno dunque incorporare suoni ed effetti appropriati, approfondendo l’effetto immersivo dell’esperienza digitale.

 

Quick Look non riguarda solo Safari: la funzionalità di AR è infatti integrata anche in altre applicazioni del sistema operativo della Mela come Messaggi, Mail, Note e anche News. Chissà che tutto questo lavoro non preannunci l’arrivo, prima o dopo, di un visore per la realtà aumentata di cui si è tanto chiacchierato in questi anni.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter