460.000 dollari per DEXTF, la fintech italiana che sta sbarcando a Singapore | Smartmoney
#SIOS19
Prenota il tuo biglietto

Ultimo aggiornamento il 25 novembre 2019 alle 7:23

460.000 dollari per DEXTF, la fintech italiana che sta sbarcando a Singapore

DEXTF, grazie alla blockchain, mette in contatto diretto investitori e portfolio manager, eliminando cosí gli intermediari e proponendo una soluzione decentralizzata per la custodia delle private keys che rimangono di proprietà di chi investe

Due anni fa l’idea, oggi il primo finanziamento da 460.000 dollari da parte di LuneX VenturesSGInnovate, CDAM e investitori privati.

Cosí DEXTF, una startup che connette investitori e portfolio manager sulla blockchain, si prepara al lancio della piattaforma a Singapore.

L’azienda ha un team tutto tricolore, capitanato da Federico Cristina, come Managing Director.

“Il progetto è nato quasi per gioco due anni fa insieme ad altri tre partner. Volevamo fare qualcosa insieme e abbiamo iniziato a buttare giù un po’ di idee. Io lavoravo come investment manager per Mindful Wealth, un external asset manager basato a Singapore, e ci è sembrato naturale creare qualcosa di nuovo in quel campo” racconta Federico.

 

Per ora si possono gestire solamente criptovalute, ma il team non esclude che in futuro molte altre cose possano essere trasformate in token, rendendo gli investimenti più semplici e accessibili anche da parte di persone che non hanno grandi disponibilità economiche. “Ad esempio si potrebbe investire in portfolio di opere d’arte. Invece di comprare un unico quadro, le opere potranno essere divise in token, e un potenziale fondo specializzato in arte potrà essere acquistato sulla nostra piattaforma. Lo stesso potrebbe avvenire per molti altri investimenti classici, democratizzando cosí la creazione e l’acquisto di fondi di investimento digitali”, spiega Federico.

Anche Kenrick Drijkoningen, Founding Partner di LuneX Ventures, il braccio dedicato alla blockchain di Golden Gate Ventures, vede DEXTF come un sistema per ridare il potere ai proprietari degli asset. Infatti, la piattaforma, essendo decentralizzata, permette di delegare le decisioni sugli asset ai portfolio manager, senza dover cedere la proprietà.

© David Toh (SGInnovate), Federico Cristina (DEXTF),...

La piattaforma non è ancora stata lanciata ufficialmente. L’investimento servirà a fare questo passo, partendo da Singapore.

 

Sebbene la startup miri a rivoluzionare il mondo tradizionale della gestione degli investimenti, il team ha coinvolto Mindful Wealth, un’azienda di asset management, come partner strategico. DEXTF, infatti, punta a vendere inizialmente la piattaforma alle istituzioni finanziarie tradizionali, in modo da abbassare i costi di gestione e permettere ai portfolio manager di accedere a nuovi tipi di investimento.

E da parte delle istituzioni, per ora, hanno ricevuto un riscontro positivo.

 

“Qui a Singapore, c’é molto supporto da istituzioni e governo, anche a livello monetario” racconta Federico. “Ci sono diversi programmi che aiutano a sviluppare  startup, in particolare in ambito fintech. Abbiamo deciso di partire da Singapore, perché già tutti abitavamo qui, ma guardiamo all’Italia con curiosità e siamo aperti a lanciare presto altrove”.

 

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter