Sardex: la moneta sarda che sposta più di mezzo miliardo
#SIOS19
Prenota il tuo biglietto

Ultimo aggiornamento il 18 settembre 2019 alle 10:31

Sardex: la moneta sarda che sposta più di mezzo miliardo

Non una smart coin, ma un circuito complementare aperto a imprese e consumatori

Oltre mezzo miliardo di crediti transati: Sardex è ormai una ex startup del Fintech che ha ideato, quasi dieci anni fa, l’omonimo circuito di moneta complementare, dove 1 Sardex vale 1 euro. Nelle 12 Regioni in cui è attivo, sono stati movimentati beni e servizi per un valore superiore al mezzo miliardo di crediti (400 milioni in Sardegna, e 100 milioni negli altri Circuiti di Credito Commerciale). Il traguardo è stato annunciato dai Founder dell’azienda Franco Contu, Gabriele Littera e Giuseppe Littera, che ora puntano a rafforzare l’attività in tutta la Penisola per avvicinare sempre più consumatori al nuovo prodotto dell’azienda, Sardex Bisoo.

Sardex, le radici

«Sardex è uno straordinario strumento di sviluppo economico e di coesione sociale nei territori che deve costantemente rinnovarsi – ha dichiarato il direttore generale Franco Contu – Il traguardo del mezzo miliardo di crediti transati è frutto di questa tensione continua al miglioramento. Abbiamo rafforzato il team manageriale e investito risorse notevoli per migliorare ancora l’infrastruttura tecnologica e l’esperienza d’uso dei nostri aderenti».

Vi avevamo già parlato di questa bella storia italiana, che ha radici profonde nella sua terra di nascita, la Sardegna. Non stiamo parlando di una moneta virtuale, ma di una moneta complementare che in origine era stata pensata per professionisti, imprese e lavoratori. Per i consumatori, di recente, è nato Sardex Bisoo, che permette ai cittadini di guadagnare crediti a fronte di una spesa in euro: chi acquista un bene o un servizio da una delle tante attività aderenti ottiene una ricarica in crediti secondo una percentuale stabilita.

Leggi anche: Boom! Sardex ha fatto girare 100 milioni in 3 anni. Ed era solo una startup

«Sardex Bisoo – spiega Gabriele Littera, responsabile  Marketing e Comunicazione – è riuscito, in quasi un anno di vita, a coinvolgere oltre 20mila consumatori sardi, perché ha intercettato e compreso le loro esigenze riuscendo, allo stesso tempo, a dare respiro al tessuto economico locale». Sono invece 6 mila i dipendenti e collaboratori delle imprese associate che usano quotidianamente i crediti accumulati.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter