TransferWise, nuovo maxiround da 292 milioni di dollari
#SIOS19
Prenota il tuo biglietto

Ultimo aggiornamento il 22 maggio 2019 alle 7:00

TransferWise, nuovo maxiround da 292 milioni di dollari

L'unicorno fintech sale così a una valutazione di 3,5 miliardi di dollari: ecco tutti i numeri della piattaforma per trasferire denaro oltre confine (e non solo)

TransferWise è una startup fintech globale che serve per scambiarsi denaro. Sia che si voglia tu inviarne in un’altra nazione, spenderne quando ci sai trovi all’estero o effettuare e ricevere pagamenti aziendali internazionali, la missione del gruppo è rendere la vita più semplice e soprattutto far risparmiare i propri clienti. Ne abbiamo parlato qui, qui e qui.

Co-fondata nel 2011 da Taavet Hinrikus e Kristo Käärmann, è una delle compagnie tecnologiche che sta crescendo più rapidamente al mondo, con 689 milioni di dollari raccolti in due round di investimenti da nomi e sigle noti come Lead Edge, Lone Pine, Vitruvian, Ivp, Merian Global Investors, Andreessen Horowitz, Richard Branson, Valar Ventures e Max Levchin di PayPal.

Il nuovo round da 292 milioni di dollari

Oggi annuncia un nuovo round di finanziamento con capitali raccolti pari a 292 milioni di dollari. Gli investitori hanno sfruttato il prodotto stesso, TransferWise per Business in questo caso, per risparmiare denaro nel definire la transazione e far raggiungere alla compagnia una valutazione di 3,5 miliardi di dollari. Ad oggi, l’azienda ha appunto raccolto 689 milioni di dollari nei due round di finanziamento intrapresi. Il secondo è stato gestito da aziende note per la gestione di capitali di investimento quali Lead Edge Capital, Lone Pine Capital e Vitruvian Partners. Investitori già in barca come Andreessen Horowitz e Baillie Gifford hanno deciso di incrementare il loro apporto e la loro presenza. Il novero degli investitori viene chiuso infine da alcuni fondi gestiti da BlackRock.

Quattro miliardi di sterline al mese

TransferWise processa pagamenti per più di 4 miliardi di sterline ogni mese, facendo risparmiare ai propri cinque milioni di clienti più di un miliardo di sterline all’anno. Offre il tasso di cambio reale ed elimina le commissioni sul tasso applicato nelle rimesse internazionali. Un approccio così trasparente che nel 2018 l’Unione Europea ha deciso di rendere obbligatorio il suo modello, rendendo appunto illegale la pratica di applicare margini sui tassi di cambio con la Proposta di regolamento sui pagamenti transfrontalieri.

Circa il 20% dei propri trasferimenti internazionali è istantaneo (depositato cioè in meno di 20 secondi) e offre di 49 valute e 1.600 rotte valutarie disponibili. La startup, ben più di un unicorno, impiega oltre 1.600 persone distribuite in 12 uffici nel mondo e si allargherà ancora: sono previste altre 750 assunzioni nel corso del prossimo anno. L’ultimo bilancio certificato per l’anno fiscale terminato a marzo 2018 conferma inoltre una crescita delle entrate pari al 77% o 117 milioni di sterline e un utile di 6.2 milioni di sterline al netto della tassazione.

Le soluzioni per pmi, grandi aziende e banche

La crescita di TransferWise è fenomenale, e questi livelli di investimento non fanno che attestarlo – ha spiegato Kristo Käärmann, amministratore delegato e co-fondatore di TransferWise – non abbiamo bisogno di ulteriori investimenti per mantenerci su questa rotta ma siamo onorati dall’assiduo interesse esistente a riguardo della nostra missione e del volerne diventare parte. Questo round ci consente di rispondere a tale desiderio per i nostri nuovi investitori e ricompensare alcuni dei nostri primi sostenitori e chi è stato con noi sin dall’inizio”.

Oltre al risparmio delle commissioni bancarie per i consumatori privati, TransferWise ha sviluppato i propri servizi offrendo soluzioni per piccole-medie imprese, multinazionali e grandi aziende, nonché per le banche stesse. Il conto TransferWise è ora disponibile in oltre 170 nazioni, con relativa carta di debito lanciata per l’Europa l’anno scorso e pronta allo sbarco negli Stati Uniti e nell’Asia-Pacifico nel corso di quest’anno Bpce (la seconda banca francese) e altre nuove banche d’avanguardia come Monzo e bunq hanno inoltre iniziato ad offrire i servizi di TransferWise tramite la propria Api ai loro 15 milioni di clienti nel 2018.

Il modo di fare business nel mondo sta evolvendosi verso la trasparenza e vogliamo essere parte di questo cambiamento. Le rimesse internazionali di denaro sono un mercato multimiliardario, fino a oggi dominato da istituti bancari che hanno mantenuto prezzi volutamente elevati e tempi di trasferimento pachidermici – spiega Nimay Mehta, socio di Lead Edge Capital – TransferWise ha completamente sconvolto questo status quo. Per la prima volta, le persone possono facilmente inviare denaro in tutto il mondo al vero di tasso di mercato per una commissione trasparente. Non è una sorpresa che cinque milioni di clienti abbiano fatto questa scelta. L’opportunità di crescita che TransferWise rappresenta è esponenziale, in un mondo dove la nuova normalità è la trasparenza – dall’Europa all’Australia”.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter