immagine-preview

Feb 6, 2019

Zurich premia le insurtech più forti del mondo

Annunciati i vincitori del concorso globale organizzato dal gruppo assicurativo svizzero. Quattro startup che ora svilupperanno progetti pilota per i loro servizi

Insurtech, ovvero tecnologia applicata al mondo delle assicurazioni: un settore in forte crescita, capace di offrire vantaggi sia ai clienti che alle compagnie assicurative. Per questo tutti nel settore guardano con interesse alle startup che si muovono in questo campo, e la svizzera Zurich ha istituito una vera e propria competizione mondiale per scovare i veri talenti: la selezione ha visto la partecipazione di oltre 450 candidati, conclusasi con un solo vincitore. Proclamato la scorsa settimana nella sede centrale di Zurigo.

The winner is…

La medaglia d’oro della Zurich Innovation World Championship se l’è aggiudicata Chisel AI: si tratta di un servizio destinato all’analisi e alla elaborazione di fonti di dati non strutturate, tipicamente provenienti da documenti cartacei o comunque non digitali, allo scopo di integrarli con l’archivio informatico. Grazie all’impiego di algoritmi di intelligenza artificiale, Chisel AI è in grado di processare documenti e interpretarne il contenuto (anche se espresso in linguaggio naturale), per identificare e recuperare le informazioni di cui l’agente assicurativo ha bisogno: riducendo il rischio di errore o omissione in modo considerevole.

Al secondo posto della competizione Zesty.ai: in questo caso l’intelligenza artificiale viene utilizzata per elaborare immagini, quelle scattate da droni e satelliti, allo scopo di fornire stime attendibili per perizie assicurative. Parimerito la medaglia di bronzo: LifeNome combina informazioni sul patrimonio genetico e altre sullo stile di vita del cliente per stilare un piano per uno stile di vita salutare; Soldier.ly invece impiega gli smartwatch per analizzare lo stress di chi lo indossa, così da anticipare situazioni che potrebbero farsi pericolose dal punto di vista medico.

 

Una competizione globale

Queste dunque le vincitrici della prima edizione della competizione, che come detto ha visto 450 startup misurarsi in cinque categorie: Smart Homes and Buildings, Digital Health, Pianificazione finanziaria, Mobilità e Wildcard option. Le selezioni hanno decretato i vincitori di 22 edizioni nazionali: con la maggior parte di esse Zurich avvierà un programma di progetti pilota per sperimentare le tecnologie sviluppate, al fine di validarne il modello di business e poterle integrare nella propria offerta globale.

L’aspetto più interessante, probabilmente, della Zurich Innovation World Championship è sta ta la capacità di attrarre insurtech provenienti da molte nazioni e continenti: la prima edizione ha visto iscritti dall’Argentina all’Australia, ampliando notevolmente il bacino di talenti potenziali a cui attingere – un concetto ribadito dal CEO Mario Greco, che ha detto: “Zurich Innovation World Championship sottolinea il nostro costante obiettivo di attrarre e trattenere i migliori e più innovativi talenti su base globale“. L’eterogeneità dei partecipanti garantisce anche sotto un altro aspetto: in luogo di soluzioni centrate su cultura e società tipicamente statunitensi, o UK, vengono prese in considerazioni le dinamiche e le abitudini di altri contesti geografici.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter