immagine-preview

Gen 7, 2019

Shopping online: prima acquisti, poi paghi. La novità firmata Zalando

La piattaforma europea della moda lancia in Italia i servizi per pagamenti posticipati: così puoi indossare i capi desiderati, tenere quelli preferiti e saldare dopo due settimane

“Prima acquisti, poi paghi”. Questo il motto con cui Zalando lancia in Italia i servizi di pagamento posticipato, un sistema già sperimentato con successo in Francia, con i capi prescelti saldati via carta di credito diversi giorni dopo la prova in casa. A due anni di distanza dalla sua introduzione, circa un terzo dei clienti transalpini utilizza oggi la nuova opzione, che permette di beneficiare di un periodo più lungo per il pagamento, favorendo così una gestione più oculata e conveniente del budget dedicato allo shopping online.

 

 

Come funziona?

A differenza degli svedesi di Klarna, che sei anni fa puntarono su una formula identica svolgendo però un ruolo di intermediario tra venditore e clienti al fine di assicurare l’incasso primi ed evitare brutte sorprese ai secondi, in questo caso Zalando fa tutto da sè ed è il primo operatore a portare sul mercato italiano i metodi di pagamento posticipati, disponibile per gli acquirenti che utilizzando carta di credito (MasterCard e Visa accettate, American Express no). Nello specifico sono due le possibilità: “Prova prima, paga dopo” e Bonifico Bancario posticipato entro 18 giorni”. La prima soluzione consente di provare gli articoli e rispedire al mittente quelli che non convincono entro 2-5 giorni lavorativi con l’addebito per i capi che si vogliono tenere che avverrà entro le due settimane successive (se si rendono tutti i prodotti non si paga nulla). La seconda prevede il saldo dell’ordine via bonifico entro diciotto giorno dalla data di spedizione.

 

Kai-Uwe Mokros, direttore della divisione Pagamenti di Zalando

 

I vantaggi

La novità ha un duplice intento: da una parte serve a diversificare Zalando dai tanti concorrenti, dall’altra rappresenta una spinta verso un’esperienza di acquisto online sempre più su misura. L’inserimento del bonifico bancario è un buon incentivo verso consumatori di vecchie vedute che nutrono dubbi sull’uso della carta di credito per lo shopping digitale, mentre poter prima indossare gli articoli desiderati (pensiamo all’ordine di due taglie diverse dello stesso capo per togliersi i dubbi ed evitare di allungare tempi di acquisto) consente di programmare e posticipare il pagamento.

 

 

Il futuro sarà sempre più digitale

Apportare innovazioni online è al momento uno dei principali elementi di distinzione nel campo della moda e del lifestyle, poiché a rivelarlo sono le stesse aziende. Un recente studio congiunto tra Boston Consulting Group e la divisione Marketing di Zalando su novanta brand evidenzia che nel 2020 il 25% degli acquisti avverrà online. Il maggior incremento si verificherà per le piattaforme di settore, con i singoli negozi digitali che cresceranno di un terzo rispetto a queste ultime. Quanto alla stessa Zalando, l’obiettivo dichiarato del Ceo Rubin Ritter è aumentare il numero dei clienti (oggi sono 25,1 milioni) e raggiungere un volume di affari pari a dieci miliardi di euro.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter