Cos’è il factoring e perché è diventato importante per le imprese
#SIOS19
Prenota il tuo biglietto

Ultimo aggiornamento il 4 novembre 2019 alle 11:56

Cos’è il factoring e perché è diventato importante per le imprese

Liquidità e servizi finanziari immediati per le imprese in cambio della cessione dei crediti. Ecco perché sono sempre di più le aziende che fanno ricorso al factoring.

Il factoring è un servizio con il quale un’azienda cede a una società specializzata i suoi crediti presenti e futuri ottenendo in cambio liquidità immediata.

Negli ultimi anni la necessità delle imprese di accedere al nuovo credito per tenere in equilibrio i flussi di cassa, è cresciuta anche a causa delle molte difficoltà che spesso si incontrano nella riscossione dei pagamenti. Per questo motivo uno strumento come il factoring diventa essenziale per la crescita e il sostegno delle piccole e grandi imprese.

 

 

“È cambiata la percezione del factoring. Da strumento utilizzato solamente da società in difficoltà, è diventato uno strumento capace di rendere la crescita dell’azienda sostenibile in modo professionale e solido” commenta Franco Marcarini Head of Factoring di illimity (la banca di nuovo paradigma fondata da Corrado Passera) durante il panel dedicato alla nuova gestione dei crediti a servizio delle imprese nel corso della due giorni di Ali Expo organizzata da Azimut.

Illimity ha siglato con Azimut una partnership nel campo del direct banking in base alla quale Illimity metterà a disposizione dei 1.800 Consulenti Finanziari Azimut una gamma di prodotti e servizi bancari innovativi dedicati ai loro clienti. I nuovi servizi si affiancheranno alle soluzioni di investimento Azimut e saranno offerti attraverso illimitybank.com, la banca digitale diretta di illimity operativa dallo scorso 12 settembre.

Leggi anche: Illimity lancia la banca diretta

Grazie alla partnership, i clienti italiani Azimut avranno accesso ad una proposta di valore tra le più avanzate e competitive del mercato italiano. Nel dettaglio, illimity offrirà loro una piattaforma di daily banking fully digital personalizzata, carte di debito, carte di credito prestige con servizi premium, mobile payments oltre a un contact center dedicato che sarà a disposizione anche dei consulenti finanziari Azimut.

Il factoring in Italia

Nel 2018 il flusso dei crediti ceduti dalle imprese alle società di factoring ha superato i 240 miliardi di Euro ed è cresciuto dell’8% rispetto al 2017 e se si guarda a un periodo più ampio, dal 2008 al 2018, il mercato è raddoppiato passando da 121,9 a oltre 240 miliardi di Euro, con un tasso medio annuo di crescita del 7,19 per cento.

Numeri che confermano un mercato in forte crescita e che mostrano la creazione di segmenti di specializzazione nei servizi offerti.

Il mercato diventando sempre più grande, tende a creare dei canali di specializzazione, differenziando i servizi offerti. In questo contesto illimity si inserisce offrendo prodotti tailor made sulle necessità degli imprenditori.

Cos’è il Factoring?

Dopo aver stipulato il contratto, la società di factoring si assume l’onere di amministrare i crediti dell’impresa e diventa quindi il soggetto che gestisce il rischio sostituendosi all’impresa cedente.

“Il factoring quindi è uno strumento interessante per la gestione del capitale circolante – dichiara Franco Balsamo CFO Sarasl’opportunità di cedere il credito completa il ciclo di attività finanziaria fino alla fine del percorso.”

Questo strumento in Italia gode di un quadro normativo ben definito dalla legge n. 52 del 1991 in cui è prevista l’esistenza di un apposito albo delle società che praticano la cessione dei crediti d’impresa. I soggetti coinvolti in un contratto di factoring sono tre:

 

  • il Factor, l’operatore specializzato che acquista il credito;
  • l’impresa che cede il proprio credito al Factor in cambio di liquidità;
  • il debitore, cioè l’azienda con la quale l’impresa cedente ha un contratto di fornitura;

 

Perché il factoring può aiutare le imprese?

Dietro il contratto di factoring, vi è una vera e propria operazione di finanziamento all’impresa che con questa soluzione può contare su una liquidità di cassa utile a pagare i propri fornitori. Così l’impresa non solo riesce a evitare situazioni complesse dovute al ritardo dei pagamenti, ma soprattutto a proseguire la propria attività imprenditoriale.

Oggi dimostrarsi un’impresa in buona salute, regolare nei pagamenti e snella nei propri processi operativi è indispensabile e in questo il factoring può dimostrarsi uno strumento molto utile alla crescita e al sostegno imprenditoriale.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter