VIDEO: Cosa pensano davvero del fintech 500 manager della finanza

Pwc ha chiesto 500 protagonisti del mondo della finanza (alcuni di loro già dentro il fintech) di predire come cambieranno i servizi finanziari entro i prossimi 5 anni I risultati in questa infografica animata

Il fintech sta cambiando i servizi finanziari? No, li sta rimodellando. Un business, quello del fintech, sul quale gireranno 150 miliardi.

Pwc, società internazionale di consulenza alle imprese, mostra in questa infografica animata i dati di un report realizzato intervistanto oltre 500 operatori di servizi finanziari e fintech. Di questi, l’83% pensano che i servizi finanziari potranno davvero finire “disrupted”, ovvero essere cambiati per sempre dai servizi disruptive propri del fintech. E primi tra tutti i settori destinati ad essere aggretidi dalla disruption entro il 2020 ci sono banche e assicurazioni.

Il 56% degli intervistati ritiene che un gran contributo alla disruption lo darà la tecnologia blockchain, ma il 57% di loro non sono sicuri, o comunque ritengono improbabile, di riuscire a farsi trovare preparati a rispondere a questo trend.

Le maggiori opportunità che vedono nel fintech gli operatori di servizi finanziari sono riduzione dei costi (73%), differenziazione (62%) e fidelizzazione della clientela (57%).

Potrebbe interessarti

10 trend globali per capire come sarà il Fintech quest’anno (e dove investire)

prediction-forecast

Sicurezza, social e mobile, le tre parole chiave del fintech nel 2016. A fare il boom saranno le startup con soluzioni per fare acquisti e trasferire denaro con sempre meno click dallo smartphone, senza alcun rischio, integrando i principali social network nel processo. Continua a leggere…»

 

Perché Thiel (PayPal) appoggia Trump e Sandberg (Facebook) Clinton. 9 punti

Il rapporto è 56 a 1. 56 ceo della Valley appoggiano Clinton, finora uno solo, Thiel, Trump. I motivi sono a volte più ideologici che economici. Breve panoramica nel giorno dello scontro in diretta tv

Insegnare agli studenti come usare i dati: torna “A scuola di Open Coesione”

Fino al 14 ottobre le scuole possono aderire al bando di Asoc, “A Scuola di Open Coesione”, il progetto che porta alle superiori percorsi innovativi per insegnare come usare gli open data. E la migliore ricerca vince un viaggio a Bruxelles

L’Intelligenza Artificiale legge le mammografie con una precisione del 99%

L’Università di Houston ha sviluppato un software di Intelligenza Artificiale in grado di leggere le mammografie con un’accuratezza vicina alla perfezione. Permetterà di individuare i falsi positivi e di evitare a molte donne le conseguenze, psicologiche e fisiche, di una diagnosi errata.

Botto Poala (Reda): «Adottare una startup apre le aziende al futuro»

Il ceo del lanificio biellese spiega la scelta della sua società di investire in una startup: «È una mossa strategica per presidiare un mercato nuovo e portare in azienda stimoli e idee che altrimenti non avremmo potuto conoscere»