Redazione

Dic 27, 2016

Capodanno all’estero? 5 utilissime dritte su carte e bancomat (che ti faranno risparmiare)

Se sei in partenza o sei prossimo alle ferie di fine anno faresti bene a dedicare 3 minuti alla lettura di questi consigli: c'è tutto quello che devi sapere per evitare spese e commissioni inutili usando il bancomat e/o la carta di credito

La carta di credito è uno dei primi alleati quando ti trovi in vacanza all’estero, dalle prenotazioni di hotel, all’aquisto di biglietti aerei o ferroviari, al noleggio di automobili, al pagamento del ristorante e, non ultimo, il prelevamento in contanti presso gli Atm (anche se le commissioni sono spesso salate). Ad ogni modo, forse non sai che gran parte di queste operazioni possono essere effettuate con carta di debito, meglio nota come bancomat.

carte-credito

Riuscire a distinguere quando utilizzare la carta di credito e quando il bancomat può aiutarti a risparmiare parecchi soldi, specie se ti trovi in vacanza/viaggio in un Paese che adotta l’Euro, oppure dove ci sono banche collegate al tuo gruppo dove è radicato il tuo conto italiano.

1. Usa il bancomat dove si paga in euro

Se hai un conto online il bancomat è probabilmente la miglior soluzione per fare prelievi e pagamenti in zona euro, perché non ci sono commissioni né spese aggiuntive per le transazioni, a differenza di ciò che succede con le carte di credito.

Per i prelevamenti, invece, le commissioni nella zona euro si aggirano intorno ai 73 centesimi con i conti online, mentre con i conti correnti convenzionali il costo in media è di 1,50€ a operazione. Ovviamente il consiglio è, laddove siano disponibili, di prelevare della propria banca, dove quasi sempre l’operazione è gratuita o fortemente scontata.

2. Fuori dall’Europa usa la carta di credito

Se trascorrete le vostre vacanze in un Paese extra Europeo (ad esempio negli Stati Uniti), una carta di credito probabilmente sarà necessaria, perché alcuni Pos o circuiti Atm  possono non riconoscere il vostro bancomat e perciò non potrete prelevare né fare pagamenti.

Tuttavia, è bene tener presente che il costo di prelevare fuori dalla zona Euro con il bancomat di un conto online è del 64% minore rispetto alla carta di credito: ecco perché, fuori Europa, conviene portare con sé anche il bancomat e al momento di prelevare provare se lo sportello riconosce questa carta.

Sempre che sia possibile quindi cercate di utilizzare il bancomat; se invece non viene riconosciuto allora prelevate con la carta di credito, cercando di fare la minor quantità di prelievi possibile (meglio un unico prelievo di una grande somma piuttosto che molti di piccola entità).

3. Paga con carta anziché in contanti

Soprattutto in zone non euro è sempre meglio pagare con la carta piuttosto che prelevare per poi pagare in contanti. Gli italiani non sono abituati tanto come i cittadini di altri Paesi, ma utilizzando la carta per pagare gli acquisti vi verrà applicata una commissione per il cambio valuta, ma vi risparmierete la commissione dell’Atm, che si aggira solitamente fra l’1 e il 2% dell’importo prelevato.

Quindi non vi affrettate a prelevare appena scendete dall’aereo, piuttosto cercate di utilizzare sempre la carta di credito (o meglio ancora il bancomat) per fare i pagamenti: in molti Paesi potrete farlo anche per acquisti di piccolissima entità!

4. Lascia perdere i contanti e usa l’Atm per cambiare in valuta locale

Quando ci si reca fuori zona euro uno dei principali pensieri è dove cambiare denaro. Le agenzie di cambio abbondano nei Paesi europei dove la moneta non è l’euro (Regno Unito, Svizzera, i Paesi Scandinavi e l’Est Europa), ma scarseggiano in certe località asiatiche o africane. In più, non di rado questi sportelli prevedono commissioni elevatissime, peggio ancora, nascoste.

Tuttavia, non è più un’abitudine (e meno male!) portare con sé tanto contante per poi cambiarlo in moneta locale: meglio prelevare direttamente al vostro arrivo da uno sportello Atm con il bancomat (qualora fosse possibile) o con la carta di credito, e ricevere direttamente moneta locale al cambio ufficiale. In effetti, così facendo vi verrà applicato il cambio ufficiale e una commissione standard per l’operazione, ma nessuna spesa extra né costo nascosto. Prelevando moneta locale dall’Atm, insomma, si evitano tutti i tipi di rischi associati al cambio valuta.

5. La carta di credito (o una ricaricabile) per hotel e noleggio auto

Per le prenotazioni e gli acquisti online di biglietti di aerei o ferroviari, la maggior parte dei bancomat attualmente in Italia non sono supportati dai sistemi: usare la carta di credito, o in alternativa una carta prepagata ricaricabile, è una scelta quasi obbligata.

Ma si può risparmiare. Come? Per gli hotel, ad esempio, utilizzate la carta di credito per prenotare, ma provate a scrivere o telefonare e chiedete alla struttura se è possibile pagare all’arrivo in contanti o con il bancomat: probabilmente vi diranno di sì, perché anche gli esercenti preferiscono evitare l’uso delle carte di credito, che applicano una commissione più salata per i pagamenti anche a loro.

Per il noleggio auto non c’è scelta: l’unica carta ammessa è la carta di credito. Non vi illudete, non si può noleggiare una macchina con il bancomat né con la carta prepagata, e la carta di credito tra l’altro deve essere intestata a chi guiderà l’auto e presenterà su patente da guida.

Anche qui però potete evitare le commissioni extra chiedendo di pagare anticipatamente in contanti o con il bancomat: la carta di credito dovrete presentarla al bancone perché funge da garanzia per l’auto che vi viene consegnata, ma non necessariamente deve essere utilizzata per pagare.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

13 cose che di solito ti fanno perdere soldi quando viaggi

souvenir