Fintech italiano d’esportazione: la Banca centrale islandese sceglie Sia (i creatori di Jiffy)

La tecnologia dell’azienda italiana Sia farà girare i pagamenti interbancari dell’isola dei geyser

La Banca Centrale d’Islanda (CBI) ha scelto SIA, società hi-tech europea leader nel settore dei servizi e delle infrastrutture di pagamento, per sviluppare il nuovo sistema Real-Time Gross Settlement (RTGS) e la nuova piattaforma di instant payments.

Tecnologia italiana per i pagamenti interbancari

Le infrastrutture tecnologiche sviluppate da SIA, che saranno operative nel 2018, sostituiranno le attuali soluzioni real-time della CBI operanti su mainframe e attive dal 2001. SIA si avvarrà di Perago, società controllata al 100% con sede a Pretoria (Sudafrica), specializzata in soluzioni per banche centrali.

La Banca Centrale d’Islanda gestisce tutti i pagamenti interbancari del paese. Nonostante la ridotta popolazione, registra significativi volumi giornalieri di transazioni che possono raggiungere un milione di pagamenti con picchi di 160.000 operazioni all’ora. Per tale motivo, CBI ha deciso di adottare un’infrastruttura più strategica, moderna ed economicamente vantaggiosa.

Gli instant payments di Sia

CBI beneficerà dell’efficace integrazione tra il sistema RTGS e le soluzioni Instant Payment e Payhub di Perago riuscendo così a differenziarsi dai modelli standard che tengono separati i pagamenti di alto e basso importo. Infatti, grazie all’implementazione di un nuovo modello basato su un sistema unico in grado di elaborare tutti i tipi di pagamento (Bank to Bank, Person-to-Person o Business-to-Business), tutte le transazioni vengono scambiate utilizzando un unico standard di messaggistica. Questo nuovo approccio posiziona CBI in prima linea nel percorso di evoluzione delle infrastrutture dei sistemi di pagamento.

Guðmundur Kr. Tómasson, Direttore Financial Market Infrastructure della Banca Centrale d’Islanda, ha affermato che la decisione di scegliere l’offerta di SIA è stata presa dopo un’attenta analisi: «Non vediamo l’ora di utilizzare i sistemi di SIA che ci consentiranno anche una più stretta cooperazione con le altre banche centrali dei Paesi nordici».

Altre 15 Banche centrali

«Siamo orgogliosi di aver siglato questo accordo con la Banca Centrale d’Islanda che conferma la nostra leadership come provider per le banche centrali dei Paesi nordici dopo Svezia, Norvegia e Danimarca – ha commentato Massimo Arrighetti, Amministratore Delegato di SIA. Con la Central Bank of Iceland è salito a 15 il numero di istituzioni centrali in Europa, Africa, Medio Oriente e Oceania che hanno deciso di utilizzare le tecnologie innovative di SIA per lo sviluppo delle loro infrastrutture di pagamento. Siamo inoltre soddisfatti della realizzazione di un sistema di instant payments che, per la prima volta, sarà gestito completamente da una banca centrale».

Galaxy Note 8, tutte le notizie prima del lancio

Dopo la sfortunata storia del Note 7, quest’anno Samsung spera di bissare il successo del Galaxy S8. Con un terminale munito di pennino e accessori omaggio per chi prenota subito

Android 8.0, nome in codice: Oreo

Rispettata la tradizione dei dolcetti anche nella nuova release del sistema operativo mobile di Google. Che porta in dote novità per velocità e sicurezza

Zooppa lancia il primo contest per video VR a 360°. Ecco come partecipare

C’è tempo fino al 16 ottobre, saranno selezionati i migliori video promozionali o di storytelling girati con tecnologia 360° e della durata massima di 120 secondi
Garmin è partner tecnologico dell’iniziativa e mette in palio 5 Camere VIRB 360

DevSecOps: lo sviluppo software agile attento alla sicurezza

Sviluppatori, esperti di sicurezza, reparto IT: tutti devono collaborare per creare software davvero sicuro. Un concetto che si concretizza nel DevSecOps, un modo moderno e veloce per arrivare dall’idea alla produzione senza correre rischi