Ecco le 4 startup vincitrici del GrandPrix fintech

Borsadelcredito, Cryptodeer, Modefinance e Wolf of trading si sono aggiudicati il GrandPrix fintech assegnato oggi durante SmartMoney.

Schermata 2014-10-01 alle 16.54.25

Un portale per la ricerca del credito per le piccole e medie imprese, una criptomoneta tutta italiana alternativa a Bitcoin, un sistema di misurazione della stabilità economica delle aziende e una piattaforma di trading. Ecco le idee delle 4 startup vincitrici del GrandPrix fintech organizzato da CheBanca!, Politecnico di Milano e StartupItalia!.

I 100mila euro complessivi (e l’anno di incubazione nel PoliHub), 25mila per ogni startup, sono stati assegnati al termine dell’evento SmartMoney che avuto luogo questo pomeriggio a Roma. Alla competizione si sono iscritte 69 startup. Le 14 finaliste hanno partecipato in giugno a una settimana di formazione.

Ecco le 4 startup vincitrici:

BorsadelCredito.it di Alessandro Andreozzi. Si tratta di un portale di ricerca del credito destinato alle piccole medie imprese. Qui la nostra intervista.

Cryptodeer di Matteo Assinnata vuole creare un ecosistema attorno a Tetracoin, valuta digitale sviluppata internamente e basata su Bitcoin. Qui la nostra intervista.

ModeFinance – s-peek di Mattia Ciprian è un’applicazione mobile, fruibile anche via desktop, per accedere a dati, report e valutazione del rischio finanziario di qualsiasi realtà. Qui la nostra intervista.

Wolf of trading di Davide La Spina è una piattaforma che supporta gli investitori istituzionali nel trading, mettendo a loro disposizione informazioni operative ricavate dalle performance di migliaia di trader. Qui la nostra intervista.

FORMcard, la bioplastica che aggiusta (quasi) tutto

FORMcard è una bioplastica (grande quanto una carta di credito) che puoi tenere nel portafoglio e usare per aggiustare oggetti o creare supporti. Si scalda con acqua calda, si modella, si crea e infine si aspetta che raffreddi. Ed è più resistente del nylon.

Come far decollare una startup del food: 5 consigli Seo

Un’app dedicata, le categorie, i contenuti originali e non banali. Come sviluppare bene una startup food sul web? I 5 consigli Seo di Stefano Brighenti, managing director di Pro Web consulting