Redazione

Nov 26, 2016

Senso dei soldi e segreti del successo spiegati in 24 brevi concetti dal terzo uomo più ricco del mondo, Warren Buffett

A vent'anni diceva che se non fosse diventato ricco a trenta si sarebbe gettato dal più alto edificio del suo paese. Oggi, ultra ottantenne, è uno dei miliardari più amati. Per capire molte cose del suo successo basta leggere alcuni suoi pensieri e commenti. Li ha raccolti la rivista Time

Tra gli uomini più ricchi al mondo, Warren Buffett (65,1 miliardi di patrimonio per Forbes) è di certo uno dei più amati nel mondo. I motivi sono tanti. In primis, c’è la sua storia che incarna perfettamente il sogno americano. Nato nel 1930 in una città in Nebraska, Omaha, inizia a lavorare nel negozio di suo nonno e a investire in azioni da giovanissimo, all’età di undici anni, impiegando  i risparmi ottenuti dalla vendita di bibite. Nel 1942 pronuncia la celebre profezia: «Diventerò ricco entro i miei trent’anni. Altrimenti mi butterò dall’edificio più alto di Ohama».

Mai predizione è stata più azzeccata: nel 1954 inizia a lavorare come partner di Benjamin Graham, investitore e suo mentore. Ma solo due anni dopo fonda la Buffett partnership Ltd e da lì inizia una cavalcata di successi. Oggi è il Ceo di Berkshire Hathway, holding con 331 mila dipendenti, attiva in più di 70 business.

Ma Buffett è anche amato per la sua capacità di trasformare concetti complessi in citazioni che resistono al test del tempo. Le sue riflessioni sulla vita e il business, sono tante, acute, utili, ironiche, e potrebbero riempire un intero libro. Il Time ha raccolto le migliori. Le abbiamo tradotte. Eccole.  Quale la vostra preferita?

Sulla vita

warren-buffett-foto-1

1. «Devi fare solo poche cose buone nella vita e per tanto tempo così non ne farai troppe sbagliate».

2. «Se vi trovaste su una barca che prende acqua, impiegare energia nella ricerca di una nuova imbarcazione è un’attività molto più produttiva di mettersi a riparare  le perdite».

3. «Non è necessario fare cose straordinarie per avere risultati straordinari».

4. «Quello che abbiamo imparato dalla storia è che le persone non imparano nulla dalla storia».

5. «Le catene delle abitudini sono troppo leggere per essere avvertite finché non  diventano troppo pesanti per essere spezzate».

6. «Ci deve essere una caratteristica perversa degli esseri umani che amano rendere le cose difficili».

7. «Niente distrugge la capacità di ragionare come  grandi dosi di denaro ottenute senza sforzi».

8. «Ci vogliono 20 anni per costruire una reputazione e cinque minuti per rovinarla. Se ci pensi imparerai a fare le cose diversamente».

9. «È  meglio passare del tempo con persone migliori di te. Scegli colleghi che hanno un comportamento migliore del tuo e prosegui nella loro direzione».

10. «Tempo fa, Ben Graham mi ha insegnato una cosa “Il prezzo è quello che paghi, il valore è quello che ottieni”. Pertanto, se si tratta di calzini o azioni, amo comprare cose di qualità quando sono svalutate».

Sui soldi

warren-buffett-foto-3

11. «La qualità più importante di un investitore è il temperamento, non l’intelletto. Hai bisogno di temperamento per non provare grande piacere né nel seguire la folla, né nell’andare controcorrente».

12. «Investire con successo richiede  tempo, disciplina e pazienza. Non è importante quanto talento o sforzo tu metta, alcune cose richiedono tempo. Non puoi fare un bambino in un mese, mettendo incinte nove donne».

13. «Non amo saltare un ostacolo di tre metri. Preferisco guardarmi intorno e cercare un ostacolo di un metro che posso scavalcare».

14. «Nel breve periodo il mercato azionario è una macchina elettorale, nel lungo periodo è una bilancia che pesa il valore reale dell’azienda».

15. «Le opportunità arrivano raramente. Quando piove oro, metti fuori un secchio, non un ditale».

16. «Se non vuoi essere proprietario di un’azione per dieci anni, non pensare nemmeno di impossessartene per cinque minuti. Metti nel tuo portafoglio titoli di aziende i cui guadagni complessivi sono destinati a marciare negli anni. Così anche il valore di mercato del tuo portafoglio aumenterà».

17. «La chiave per investire non è valutare quanto un’industria può cambiare la società, o quanto è destinata a crescere. Ma è determinare il vantaggio competitivo di ogni azienda e, soprattutto, la durata di quel vantaggio».

18. «Sono un investitore migliore perché sono un uomo di business e sono un uomo di business migliore perché sono un investitore».

19. «È decisamente meglio comprare una società meravigliosa a un prezzo discreto che una società discreta a un prezzo meraviglioso».

Sulle persone

warren-buffett-foto-4

20. «Ti dirò come diventare ricco.. Sii timoroso quando gli altri sono avidi. E sii avido quando gli altri sono timorosi».

21. «Dico sempre agli studenti dei licei, quando avrete la mia età avrete successo se le persone che speravate vi amassero, vi amano».

22. «La differenza tra persone di successo e le persone di grande successo è che le seconde dicono no quasi a tutto».

23. «Ho visto tante persone fallire per problemi di alcool e per i prestiti. Non ha realmente bisogno di chiedere un prestito in questo mondo. Se sei intelligente, riuscirai a fare soldi anche senza».

24.  «Quello di cui un investitore ha bisogno è l’abilità di valutare correttamente business selezionati. Nota, la parola “selezionati”. Non devi esperto su ogni azienda. Devi essere solo capace di valutare le aziende all’interno del tuo cerchio di competenze. L’ampiezza di questo cerchio non è importante, ma conoscere i suoi confini, lo è».

Il segreto del successo di Warren Buffett

Il segreto del successo di Warren Buffett è che lui impara continuamente. Buffett è un migliore investitore oggi di quello che era 50 anni fa. Come ha spiegato Charlie Munger che riveste la carica di vicepresidente della sua azienda:

«Warren Buffett è diventato un investitore sempre più bravo dalla prima volta che l’ho incontrato, come me. Se ci avessero congelato in quello stato, con la conoscenza che abbiamo oggi, i risultati sarebbe stati peggiori di quelli che sono oggi.  Il segreto nel business consiste nel continuare a imparare  continuamente»