Lorenzo Gottardo

Lorenzo Gottardo

Gen 24, 2018

Facebook acquista Confirm: ora per gli annunci via social servirà l’autentificazione ID

La software company di Boston verifica le identità delle parti coinvolte in una transazione online e aiuta la società di Mark Zuckerberg a rendere più sicura la community dei suoi utenti

Gli strascichi del Russiagate continuano a farsi sentire, anche a mesi di distanza. Tanto da influenzare le operazioni finanziarie delle principali tech company americane. Come Facebook che ha da poco assorbito la Confirm, società software di Boston, specializzata in web security e autentificazione ID online.

Un passo quasi forzato per il social network di Mark Zuckerberg. Soprattutto dopo le polemiche su post e contenuti di propaganda diffusi in rete durante le ultime elezioni presidenziali.

Dal Russiagate a Confirm

Negli ultimi mesi, i legislatori statunitensi hanno espresso più volte le proprie preoccupazioni riguardo la capacità limitata, da parte di Facebook, di verificare chi effettivamente stia comprando annunci pubblicitari.

La tecnologia di Confirm sosterrà i nostri sforzi per creare una community sempre più sicura

Attualmente, infatti, l’intera operazione è piuttosto sbrigativa da portare a termine: per completare l’acquisto di uno spazio pubblicitari basta avere una pagina profilo sul social e inserire il numero della propria carta di credito. Niente autentificazione dell’ID, dunque. Per dire, dietro un’acquirente fittizio potrebbe anche nascondersi una potenza straniera, magari proprio la Russia di Putin. Un bel problema per una realtà come Facebook che conta su più di 6 milioni di inserzionisti diversi.

 

Ecco perché la società di Zuckerberg ha annunciato che avrebbe iniziato a richiedere maggiori informazioni sul conto dei compratori prima di pubblicare eventuali annunci “sensibili”. Ed ecco perché ora Facebook acquista Confirm – i termini dell’accordo non sono ancora stati resi pubblici – che negli ultimi tre anni ha lavorato per mettere a punto un software capace di verifica le identità delle parti coinvolte in una transazione online. Come si legge dall’annuncio rilasciato sul sito.

“La tecnologia e l’esperienza di Confirm sosterranno i nostri sforzi per creare una community sempre più sicura”, sono state le parole con cui da Facebook hanno salutato l’operazione. Secondo le prime indiscrezioni, la nuova realtà, e i suoi dipendenti, verranno integrati nella sede del social network di Boston.

Leggi anche: I “guardiani” del web vorrebbero un’internet meno libera

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter