Mastercard permetterà di pagare con un selfie, anche in Italia

Il leader delle carte di credito ha finito la prima fase di sperimentazione in Olanda: il 92% di chi ha provato la novità di Mastercard la preferisce al pin

Mastercard ha confermato che sta per cominciare ad accettare selfie e impronte digitali come metodi alternativi per completare i pagamenti nelle transizioni online, al posto dell password. L’azienda che produce carte di credito sta testando un software per il riconoscimento di selfie, per ora in Olanda e Stati Uniti. E dai primi risultati delle sperimentazioni sembrerebbe che il 92% di chi ha provato il sistema di pagamento lo preferisce a quello tradizionale con la password.

6a5a54d8369896a9c341f9a71146c9334388b5d6

Così la biometria sta rottamando i pin

Il controllo biometrico, così si chiama la tecnologia che ci potrà permettere di pagare con un selfie, è qualcosa che secondo gli studiosi può permettere di abbattere le frodi online, la maggior parte delle quali avviene proprio con password rubate.

Mastercard parte dall’Europa

C’è l’Italia tra i paesi in cui verrà introdotta questa tecnologia, insieme a Regno Unito, Canada, Spagna, Germania, Francia, Svizzera, Norvegia, Svezia e Finlandia. Gli utenti potranno scaricare il software sui propri pc e device mobile. Mastercard non è l’unica azienda che sta cercando di introdurre questo sistema. HSBC e Barclays stanno già provando sistemi di riconoscimento vocale, e RBS e Natwest usano già le impronte digitali.

Arcangelo Rociola
@arcamasilum