Ecco come mandare denaro con Facebook Messenger

Parte negli Stati Uniti il servizio di Facebook per inviare denaro attraverso Messenger.

Schermata 2015-03-18 alle 08.35.48

Dopo mesi di indiscrezioni e mosse dei rivali, da Snapchat all’iniziativa nostrana Satispay, Facebook ha calato l’attesa carta: l’invio di denaro attraverso l’applicazione Messenger. La novità coinvolgerà nei prossimi mesi i soli Stati Uniti (iOs, Android e versione desktop) ma è destinata con ogni probabilità a sbarcare successivamente nel resto del mondo. Per mandare soldi a un amico sarà sufficiente aprire l’applicazione, selezionare l’icona con il simbolo del dollaro (dell’euro quando arriverà anche nei nostri confini), digitare la cifra, scegliere la carta Visa o Mastercard precedentemente associata e procedere con l’invio. (Quasi) niente di diverso da un semplice scambio via sms. Per ora i 500 milioni di utenti dell’iconcina potranno sfruttare solo carte di debito e il servizio è completamente gratuito, ma si tratta di una fase di test.

Nei prossimi mesi il progetto su cui ha messo sicuramente lo zampino l’ex numero uno di Paypal David Marcus, entrato in Facebook lo scorso giugno, è destinato ad ampliarsi, andando a rispondere ai portafogli digitali di Apple e Google. Dovrà in qualche modo diventare anche fonte di introiti per Menlo Park applicando,ad esempio, commissioni agli eventuali acquisti online interni all’app. Con la sua ampia base utenti, che non è escluso possa comprendere a un certo punto anche quella di Whatsapp, e costi competitivi la soluzione darà fastidio sia gli attori tradizionali del settore come Western Union sia a Paypal. In ballo c’è un mercato globale da 2.850 miliardi di dollari entro il 2020.

Il trasferimento di denaro richiederà da 1 a 3 giorni lavorativi, in base alla condizioni delle singole banche. Sarà possibile creare un Pin per aggiungere un livello di sicurezza ulteriore e, per gli utenti iOs, sbloccare l’invio con il Touch ID.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Chi sono e che fanno Busrapido e le altre startup premiate a Digithon

Dopo quattro giornate di dibattiti e la presentazione di 100 pitch, la seconda edizione di Digithon si è chiusa con la proclamazione dei team vincitori. Sul podio Busrapido, piattaforma per la prenotazione di autobus con conducente, di cui ci parla il CEO Roberto Ricci

Prime Wardrobe, il servizio di Amazon che permette di provare gli abiti prima di acquistarli

Il nuovo servizio di abbigliamento Prime Wardrobe, è un try-before-you-buy. Disponibile solo per i clienti Amazon Prime consentirà di scegliere in un catalogo di un milione di pezzi i vestiti e le scarpe più adatti, senza essere obbligati ad acquistare ciò che si ordina

Da Starbucks a McDonald’s: quanta caffeina c’è in quello che beviamo?

Il limite massimo raccomandato è di 400 milligrammi al giorno, ma non sempre è facile realizzare in termini pratici cosa significhi. Qui una lista del contenuto della sostanza nelle principali bevande, dal caffè alla Coca-Cola