Un report di Visa rivela i trend per gli acquisti di Natale (e il rapido declino del contante anche in Europa)

Si sta formando un pubblico di compratori sempre più “liquido”, che alterna app e carte contactless, online e negozi. Ecco alcuni numeri diffusi da Visa

Sempre meno contanti, sempre più carte e mobile payment, sia online che nei negozi. E’ quanto prevede un report diffuso da Visa riguardo i prossimi acquisti in vista delle festività di Natale. La ricerca è stata condotta in 19 Paesi europei: Austra, Belgio, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Irlanda, Israele, Italia, Norvegia, Olanda, Polonia, Regno Unito, Romania, Slovenia, Spagna, Svezia, Svizzera e Turchia. Il campione di riferimento totale comprendeva 36.843 utenti, circa 2 mila risposte per ciascun Paese coinvolto.

christmas_shopping1

Tutti i numeri delle carte contactless in Europa

Sono oltre 165 milioni le carte contactless in circolazione in Europa, a cui si vanno ad aggiungere 3,4 milioni di terminali abilitati al pagamento mediante tecnologia Nfc Secondo il Digital Payments Study 2016 di Visa, il loro utilizzo per i pagamenti è passato dal 36% del 2015 al 52% del 2016. Si tratta di un trend osservabile non solo tra i più giovani consumatori, più esperti nell’approccio alle nuove tecnologie. Il contactless, infatti, è in crescita presso tutte le fasce di età e registra l’aumento più sostenuto nella fascia dei 55-64enni, che ha assistito a una crescita del 64% dal 2015.

L’effetto leva sui pagamenti digitali

Secondo il report di Visa, l’adozione di carte contactless sta anche avendo un impatto tangibile su altri metodi di pagamento. In tutta Europa, si legge nella nota diffusa dalla società, “gli utilizzatori di carte contactless si dimostrano più aperti all’utilizzo di dispositivi mobili per i pagamenti, sia in punti vendita fisici (52% utilizzatori di carte contactless contro il 32% che non le utilizzano), sia per acquistare tramite app dell’esercente (49% contro 31%), sia per pagare semplicemente il pasto (50% contro 30%)”.

image002

Quasi 1 consumatore su 2 paga via app

Nel 2016, il 44% del campione intervistato ha dichiarato di eseguire pagamenti in mobilità via app, rispetto al 38% dell’anno precedente. Quasi la metà dei consumatori (46%) concorda inoltre nel sostenere che poter pagare con dispositivo mobile o indossabile rende più facile l’acquisto di prodotti.
Tale valore aggiunto sta anche trainando la diffusione in Europa di digital wallet presso diversi canali di vendita.

I consumatori europei sono interessati all’utilizzo dei cosiddetti borsellini digitali per acquisti di persona (37%), attraverso app (51%) e online (56%). Gli intervistati concordano nell’individuare tra i principali benefici di questa forma di pagamento la maggiore comodità (61%) e la possibilità di pagare sempre e dovunque (59%).

visa-credit-card

Steffanini: «vince chi saprà agevolare le preferenze di pagamento»

«La crescente familiarità dei consumatori europei con i pagamenti con carta contactless sta portando a una normalizzazione di tutte le forme di pagamento digitale», ha commentato il direttore generale Visa in Italia, Davide Steffanini. «Questo Natale – secondo il manager – vedrà una serie di metodi di pagamento diversi, utilizzati per un’ampia varietà di acquisti: dai regali da mettere sotto l’albero agli aperitivi di auguri con gli amici, fino al cenone di Vigilia o al pranzo di Natale. Quest’ampia scelta permette di pagare anche presso punto vendita in modo veloce e sicuro. Il successo nelle vendite, per questo Natale, risiederà quindi anche nell’abilità degli esercenti di fornire ai consumatori accesso ai loro metodi di pagamento preferiti».

Online o in negozio, poco cambia

Il Digital Payments Study di Visa rivela anche come i consumatori amino combinare i canali fisici e quelli online al momento dell’acquisto, soprattutto quando si tratta di prodotti e servizi di particolare valore. Sette europei su dieci sono “showroomer”, ovvero preferiscono vedere di persona un prodotto nel punto vendita prima di procedere all’acquisto online. Il 66% apprezza il “webroom”, ovvero cerca il miglior prezzo online prima di acquistare il prodotto nel punto vendita fisico.

Nonostante la crescita delle vendite di regali di Natale online, i punti vendita fisici continuano ad essere parte importante dei comportamenti di acquisto medi. Il 60% dei consumatori apprezza ancora la possibilità di interagire con commessi e personale di vendita e quella di poter vedere il regalo di persona.

A colloquio con gli insegnanti via Skype, l’idea di un Liceo Classico di Cosenza

Il dirigente scolastico Antonio Iaconianni spiega a StartupItalia! i dettagli di questa iniziativa che punta a modernizzare il liceo classico Telesio. E semplificare il rapporto tra famiglie e scuola sfruttando la tecnologia