Drone Pay: metti la carta di credito, paghi, e te la riporta (forse). Video

Sorridiamo un po’, perché se alla fine questo drone lo fanno davvero hai voglia di scrivere di bitcoin, p2p, eccetera eccetera…

I colleghi di Finextra raccontano ironicamente di un singolare esperimento fatto dal team di Consult Hyperion, società di consulenza internazionale nel campo dei pagamenti mobile. Nel video pubblicato si vede in azione l’idea che hanno sviluppato: un drone che diventa un sistema di pagamento da remoto con carte di credito.

drone pay

Le startup che vogliono fare volare le carte di credito

Il dispositivo non è nient’altro che un comune drone con attaccate alle estremità le carte di credito. L’utente lo pilota e può condurlo fino al Pos e, sfiorandolo, effettuare il pagamento con un “notevole risparmio di energia, quella necessaria per recarsi fino alla cassa per effettuare il pagamento” scrive con ironia l’autore dell’articolo.

L’esperimento calcola anche il tempo con cui un buon pilota di droni può effettuare l’intera operazione: il protagonista del video riesce a completare il pagamento in meno di 90 secondi.

Ogni rosa ha la sua spina e può succedere, come documentato da un altro video, che l’operazione non vada a buon fine con il drone che sbatte sul terminale, fa un capitombolo e vola a picco sul pavimento.

Folle o meno, l’idea ha già avuto dei precedenti durante un hackaton organizzato da Mondo, una startup fintech.  Tra le idee venute fuori c’è anche un drone porta carta, sorta di sostituto al portafoglio, ma in volo.

Vedi anche: L’ordine di Amazon te lo consegna il drone

Dove finisce la follia

I droni sono un mercato che crescerà da qui al 2020 raggiungendo un valore di 5,59 miliardi di dollari (secondo la ricerca UAV Drones Market). Tra i campi possibili di utilizzo il delivery occuperà una buona fetta del mercato con giganti come Amazon e Google che hanno già investito per creare un servizio di consegna a domicilio per i clienti. Quanto questa tecnologia possa essere usata nei pagamenti? Bisogna attendere che i droni diventino un gadget di massa, oggi solo una nicchia ne è possessore. Certo c’è tanto da fare, a partire dalla sicurezza. Chi farebbe mai decollare la sua carta di credito con il timore che qualcuno possa rubarla “a volo”?

Giancarlo Donadio
@giancarlodonad1

Ti potrebbe interessare anche

L’ordine di Amazon te lo consegna il drone: ecco “Prime Air”. Video

Amazon ha presentato con un video il prototipo del suo drone, Prime Air.

SeaSeeker, la maschera realizzata con Snapchat che scatta foto sott’acqua

È la versione subacquea degli occhiali Spectacles del social network del fantasmino. Può essere immersa per 30 minuti e fino a 45 metri di profondità per regalare ai turisti ricordi esclusivi delle loro esperienze in vacanza

Efficienza energetica in edilizia. La call di Klimahouse Startup Award

C’è tempo fino al 20 novembre per partecipare alla seconda edizione della call per startup europee attive nell’ambito delle tecnologie legate allo smart building, allo smart living e alla smart city che mettano al centro del proprio operato la sintonia tra uomo e natura

Prodotti tech certificati in base alla (cyber) sicurezza | La proposta di Andrus Ansip

Il vicepresidente della Commissione europea pensa ad una rete di uffici di cybersecurity diffusi in tutti gli Stati dell’Unione, incentrati sulla certificazione delle misure di sicurezza informatica attuate dai prodotti