immagine-preview

Mag 16, 2018

Amazon apre altri negozi senza casse a Chicago e San Francisco

Inizia l'espansione dei punti vendita automatizzati, dove non servono cassieri né carte o denaro, fuori da Seattle: ancora poca chiarezza sui tempi

Dopo Seattle, Amazon sta per aprire due nuovi supermercati senza cassieri – i Go, quelli dove si paga col proprio account Amazon e dove una miriade di telecamere riconosce ciò che abbiamo messo nel carrello – anche a Chicago e San Francisco. L’indiscrezione si deve al Seattle Times, secondo il quale il modello di punto vendita (quasi) completamente automatizzato sarebbe pronto a fare un passo fuori dal perimetro del quartier generale nello stato di Washington.

Gli annunci di lavoro

Secondo il quotidiano Amazon avrebbe infatti pubblicato una serie di annunci per direttori di punto vendita nelle due metropoli individuate. In seguito un rappresentante del “negozio del mondo” ha confermato che la società sta pianificando l’apertura dei nuovi supermercati, anche se i tempi non sono molto chiari.

Leggi anche: Da Supermercato24 a CheckOut, la nuova sfida di Pandian è lo Smart Market | Intervista

Ovviamente non si tratta di una totale sorpresa. Anzi. Alcune notizie dei mesi passati, tipo quelle pubblicate su Curbed e The San Francisco Chronicle, avevano dato l’idea che il gigante dell’e-commerce si stesse muovendo per trovare gli spazi giusti. A Frisco, per esempio, si tratterà di un locale nei pressi di Union Square.

Amazon Go è un nuovo tipo di negozio senza pagamento alla cassa – si legge negli annunci di lavoro per le nuove posizioni – abbiamo creato la tecnologia di acquisto più avanzata al mondo e abbiamo eliminato completamente le lunghe attese in coda. Basta usare l’app per entrare nel negozio, fare la spesa con comodo e andare via velocemente, senza fare nessuna fila! Nessuna attesa, nessun pagamento alla cassa. (Davvero!)”.

Come funziona

Il primo e pionieristico punto vendita ha aperto i battenti lo scorso gennaio proprio a Seattle. Il negozio consente ai clienti di scansionare il proprio smartphone all’arrivo, per registrare il loro ingresso e associare l’account Amazon con relativi metodi di pagamento, e poi muoversi in libertà infilando nel carrello quello che preferiscono: ogni prodotto viene tracciato da una complessa ragnatela di camere e sensori che segnano gli acquisti e, quando il cliente se ne va, scalano l’importo corrispondente. Senza alcun passaggio alla cassa.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter