Tommaso Magrini

Tommaso Magrini

Nov 6, 2017

Una famiglia olandese vende tutto e investe in Bitcoin

Dare via casa, automobile, vestiti e tutto il resto per acquistare la criptomoneta. Ora la coppia di genitori con i tre figli vive in un campeggio. Ma il padre è convinto che in pochi anni sarà ricco

Vendere tutto per comprare Bitcoin. E’ la coraggiosa idea messa in atto da una famiglia olandese che ha ceduto tutte le sue proprietà per investire il denaro ricavato nella criptomoneta. Con il progetto di diventare ricchi entro il 2020.

Vendere tutto e vivere in un campeggio

La famiglia, composta da una coppia di coniugi e dalle tre figlie, vive ora in un campeggio della cittadina di Venlo, cittadina che si trova nel sudest dei Paesi Bassi. E attendono speranzosi che il proprio capitale salga. La prima volta che Didi Taihuttu, il padre della famiglia, si è interessato al Bitcoin è stato nel 2012. E dal 2016 non ha più avuto altri pensieri, convinto di aver trovato la chiave della sua futura auspicata ricchezza.

Il desiderio di una vita minimalista

“La gente dice che sono diventato pazzo” ha raccontato Didi all’agenzia di stampa spagnola Efe. “Ma siamo una famiglia che ama l’avventura e giochiamo d’azzardo”. E per farlo ha venduto tutto, dalla casa all’automobile, dai vestiti fino ai giocattoli delle figlie. Il radicale cambiamento di vita, ha spiegato l’uomo, derivava anche dal desiderio di condurre una vita più semplice, minimalista, a contatto con la natura. “La nostra felicità non dipende dalle cose materiali”, ha spiegato.

L’investimento sul Bitcoin

“Nel frattempo, speriamo che il nostro capitale investito in Bitcoin si moltiplichi”, auspica Didi. Nel 2015 l’uomo è stato vittima di un grave incidente che lo ha costretto a casa per lungo tempo. In quell’occasione si è documentato a fondo a proposito della moneta digitale sulla quale aveva investito una piccola somma tre anni prima, quasi per gioco. “Quando mio padre è morto, nel 2016”, racconta ancora Didi a Efe, “siamo andati tutti a Bali. Eravamo in spiaggia, godendoci una giornata meravigliosa, quando mi chiamò un amico che mi invitò a controllare l’applicazione dei Bitcoin perché avrei trovato una sorpresa”.

Il futuro di Didi e della sua famiglia

In effetti, il valore dei pochi soldi investiti in ecurrency nel 2012 era moltiplicato di diversi zero. Da lì Didi decide di dare una svolta alla sua vita, insieme alla moglie Romaine e alle tre figlie di 7, 10 e 12 anni. Nel giro di pochi mesi ha venduto la casa, l’attività di famiglia, tre automobili, una moto, tanti vestiti e i giocattoli delle bambine, ormai inutilizzati. “All’inizio le bambine non capivano”, racconta Didi. “Ma ora sono tutte felici della nostra vita, siamo sempre insieme”. Il rischio di perdere tutto esiste, ma non spaventa Didi: “Se saremo fortunati diventeremo milionari, se ci andrà male continueremo a vivere la nostra vita semplice tutti insieme”.