Torna il premio Fintech 2017. “Cerchiamo studenti che vogliono cambiare l’ecosistema finanziario”

Organizzato dall’Osservatorio Fintech & Digital Finance del Politecnico di Milano, il premio si rivolge a studenti di qualsiasi ambito e livello (Diploma, Laurea, Master e Phd) che abbiano un progetto nell’ambito Fintech. Iscrizioni fino al 30 settembre
 

Il digitale sta rivoluzionando il settore finanziario, ma l’ecosistema italiano non è ancora pronto a cogliere i cambiamenti in corso, mostrando un ritardo nei trend tecnologici più significativi.

Cresce l’attenzione ai Big Data finanziari, ma appena il 40% delle banche internazionali li cita nei piani strategici. Solo negli ultimi due anni sono nate 750 startup Fintech, finanziate con 26,5 miliardi di dollari: è in atto la competizione con gli attori tradizionali. Si sviluppa l’automazione nell’Asset Management, si affacciano i Robo Advisor, ma solo il 18% degli operatori usa strumenti digitali avanzati per la consulenza di investimento. Le banche iniziano ad implementare la Blockchain, regna però l’incertezza su prospettive e tempi.

Questo il contesto in cui nasce il premio Fintech 2017, organizzato dall’Osservatorio Fintech & Digital innovation della School of management del Politecnico di Milano. Il premio è rivolto a studenti ed ex studenti del Politecnico con l’obiettivo di premiare idee che incidono sui cambiamenti che coinvolgono l’ecosistema finanziario italiano, a partire da istituti finanziari, fornitori di servizi, startup, istituzioni, nel percorso di cambiamento dettato dalle tecnologie digitali, facendo leva sulla formazione avanzata.

Candidature entro il 30 settembre

Per iscriversi sarà necessario compilare la scheda di candidatura entro sabato 30 settembre. Tre gli scopi principali dell’iniziativa: sostenere e stimolare l’innovazione digitale in ambito finanziario, generare un meccanismo virtuoso di condivisione delle idee più innovative, premiare e dare visibilità agli studenti ed ex studenti più meritevoli.

Potranno iscriversi al contest gli studenti iscritti a un corso di laurea, laureandi o comunque iscritti al terzo anno in caso di corsi di laurea triennale, o studenti del biennio, se iscritti a corsi di laurea magistrale; i laureati che abbiano conseguito un titolo di laurea triennale o magistrale da non più di due anni; i laureati che abbiano in corso un dottorato di ricerca e i laureati che abbiano in corso e/o terminato da non più di due anni un master post universitario di primo o secondo livello.
I finalisti e i vincitori saranno annunciato il 12 dicembre a Milano, nel corso del convegno di presentazione dei risultati della ricerca dell’Osservatorio. L’ultima edizione della manifestazione, nel 2016, ha raccolto la partecipazione di più di 550 attori dell’ecosistema finanziario italiano.

Road to #SIOS17 | Musement: ecco come quattro italiani hanno ripensato al modo di fare vacanza

Tre amici e un’intuizione geniale: storia della startup italiana che ripensa le esperienze di viaggio. In attesa del nuovo StartupItalia! Open Summit di dicembre 2017 intervista a Claudio Bellinzona di Musement, una delle dieci startup finaliste dell’ultimo SIOS

La nuova sneaker di Vivobarefoot è fatta solo con le alghe

L’azienda britannica è pronta a lanciare sul mercato delle calzature anfibie in collaborazione con Bloom Foam. Sono le prime al mondo prodotte a partire dalla vegetazione delle acque inquinate

NotPetya: quando un solo malware è responsabile di miliardi di perdite. I numeri rivelati dalle aziende

I dati pubblicati delle aziende nei rapporti periodici forniscono informazioni sull’impatto del malware. AP Moller-Maersk ha annunciato che l’attacco ha causato perdite per almeno 200 milioni di dollari