immagine-preview

Ago 3, 2016

INFOGRAFICA: 14 trend da tenere d’occhio per chi fa eCommerce

Big data, analisi predittive, payment e programmi fedeltà, alcuni dei trend da considerare quest'anno e in futuro.

Come si muoverà il mercato dell’ecommerce quest’anno e nei prossimi? Una chiave di lettura la offre, EuroItGroup, multinazionale che sviluppa software per aziende, fa un’analisi e offre 14 spunti per capire quali sono i trend da cavalcare. Ecco l’infografica, tradotta è spiegata in italiano.

Top-Ecommerce-Trends-2016-by-EuroITGroup.com_

1. Le revenue su mobile superano il desktop

Secondo la stima di EuroItGroup nel 2017 gli acquisti sul mobile occuperanno il 50% del commercio digitale negli Stati Uniti. Mentre le transazioni su mobile su scala mondiale cresceranno del 70%.

 2. Beacon incrementa le vendite nei negozi

I beacon, dispositivi che attraverso la tecnologia bluetooth sono in grado di trasmettere info a smartphone e tablet, saranno sempre più usati. Secondo EuroItGroup saranno 3,5 miliardi i dispositivi installati alla fine dl 2018 e porteranno alla fine del 2016 a 44 miliardi di dollari di vendite nei negozi nel 2016, 4 miliardi in più dello scorso anno. I negozi investiranno 2,5 miliardi in IOT (Internet delle cose) in cinque anni e la maggior parte degli investimenti saranno destinati a Beacon e RFID (tecnologia basta sulla propagazione nell’aria di onde elettromagnetiche che consentono la rilevazione a distanza di oggetti e persone, sia statici che in movimento, ndr). Il 71% dei negozi saranno in grado di tracciare e capire le abitudini dei consumatori attraverso queste tecnologie.

3. Big data e analisi predittive aumentano i margini

Secondo lo studio di EuroItGroup, chi usa i Big Data può aumentare la media dei margini del suo business del 60% e la produttività dell’1%. Mentre le aziende che usano l’analisi predittiva (attività che grazie allo studio dei dati permette di prevedere il comportamento degli utenti e le performance dell’azienda, ndr) hanno volumi di vendita del 73% più alti di chi non se ne è mai servito.

4. Personalizzazione e approccio “customer centric”

Adattare le attività e gli strumenti sulla base delle necessità e gusti degli utenti non è solo una priorità oggi, ma un vantaggio competitivo. L’89% dei manager pensa che il miglioramento dell’esperienza degli utenti sarà il campo di maggiore competizione tra azienda da qui in futuro.

5. Presenza su tutti i canali diventerà normale

Secondo Google, l’85% dei compratori online inizia una vendita su un dispositivo e lo finisce su un altro. I cosiddetti compratori multicanale, acquistano più spesso e spendono tre volte in più di chi preferisce fare spese usando un solo canale.

6. Geolocalizzazione e advertising, binomio vincente

Le pubblicità su mobile che sfruttano la geolocalizzazione degli utenti, faranno aumentare le revenue delle aziende fino a raggiungere i 18,2 miliardi di dollari nel 2019.

7. Il mercato della biometria crescerà del 50%

La biometria, le tecnologie per l’autenticazione, dalla lettura delle impronte digitali a quella dell’iride, è uno degli hype del momento, nel quale pullulano soluzioni che fino a qualche anno fa incontravamo solo nei film di fantascienza. Secondo il Biometrics Research Group questo mercato potrebbe raggiungere 15 miliardi di dollari quest’anno, 30 miliardi di dollari entro il 2021.

8. Il digitale invade i negozi

I negozi useranno sempre di più il virtuale per rispondere alle esigenze dei consumatori, come iPad nei camerini per consentire ai clienti di chiedere aiuto, leggere giornali e vedere quali taglie sono disponibili in magazzino.

9. Adozione di piattaforme di eCommerce integrate

EuroItGroup prevede che le aziende adotteranno sempre di più nuove soluzione nell’ecommerce capaci di legare il digitale con gli aspetti più tradizionali della vendita nei negozi.

10. Incremento d’uso dell’interface design

In inglese UI (user interface) è l’attività di progettazione dell’interfaccia utente, a cui si presterà sempre più attenzione perché capace di aumentare le conversioni, ossia la realizzazione di un’azione da parte dell’utente (acquisto, compilazione di un forum, ecc).

11. Più pagine dinamiche e meno statiche

La differenza tra pagine dinamiche e statiche è che nelle prime il contenuto, in tutto o un parte, è generato sul momento dal server, consentendo maggiore interattività dell’utente. Secondo EuroItGroup, molti più siti ne faranno uso, rimpiazzando le pagine statiche.

12. CRO, UX, CX, le nuove competenze per il successo nel lavoro

Esperti di tecniche per ottimizzare il tasso di conversione (CRO), di esperienza utente (UX e CX) saranno alcune delle figure che le aziende cercheranno di più nei prossimi anni.

13. Pagamenti su mobile e programmi fedeltà

La sfida delle aziende sarà quella di integrare i programmi di fedeltà e premi e i pagamenti su mobile che conosceranno una crescita negli anni (del 36,26% entro il 2020 secondo le stime degli analisti).

14. La consegna a domicilio diventerà la regola

Tutte le aziende seguiranno l’esempio di Amazon che ha 80 milioni di membri con il suo servizi Amazon Prime che consente spedizioni più veloci e altri vantaggi e promozioni.

 

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter