7 trend sui pagamenti da tenere d’occhio nel 2016. Infografica

Ingenico Group predice cosa succede quest’anno, dai pagamenti con carte, agli smartphone, a Nfc.

Queste previsioni riguardano i trend che sono cominciati a emergere nell’area del commercio elettronico via smartphone e che potrebbero determinare un lungo percorso di cambiamento nella cultura dei consumatori, sempre più abituati ad usare i loro device per fare acquisti più o meno quotidiani.

I 7 trend del 2016 secondo Ingenico

1. I commercianti esploreranno sempre più servizi dal valore aggiunto;

2. I Pos per i pagamenti mobili diventeranno molto più diffusi;

3. Il servizio NFC/contactless crescerà sempre di più;

4. La strategia multi-canale diventerà una realtà;

5. Aumenterà l’adozione di sistemi semi-integrati;

6. La sicurezza dei pagamenti continuerà ad essere un focus importante;

7. Più negozianti adotteranno soluzioni di pagamento non sorvergliate (v. distributori automatici).

2016-Payment-Predictions

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare anche

Bancomat, Nfc e sicurezza: il numero 1 dei Pos predice cosa cambia nei prossimi mesi

Ingenico fa 7 previsioni. Nel 2016 aumenterà la diffusione degli strumenti di pagamento mobili (non solo Pos) e ci saranno molti investimenti in sicurezza

L’incredibile storia di Mashape e Augusto Marietti (che ha fatto bene a lasciare l’Italia quando gli dicevano “sei troppo giovane”)

A 18 anni aveva inventato Dropbox prima di Dropbox, ma nessuno lo finanziò. Poi, quando con 2 amici ha lanciato Mashup, un marketplace dove gli sviluppatori vendono “pezzi” di software, ha scelto di lasciare l’Italia, destinazione San Francisco. L’idea piace, e ci credono anche il papà di Uber e quello di Amazon e oggi la sua azienda vale decine di milioni di dollari. No, non è un film: è la storia di Augusto Marietti

Dal sushi alla Coca-cola, un progetto ci mostra quanto zucchero c’è negli alimenti

SinAzucar è il progetto spagnolo che fotografa gli alimenti che si trovano comunemente nelle nostre case per mostrarci quanto zucchero raffinato effettivamente contengono

Dai soldi al network, i 4 contributi delle corporate alle startup. Il caso Tecno a Napoli

Il contributo di una corporate alla startup, secondo L’advisor Giovanni De Caro, dovrebbe essere erogato secondo una precisa scala di priorità. L’open innovation di una società di Napoli e le modalità di investimento nelle startup