7 podcast per spiegare a tua mamma cos’è il fintech (e il futuro dei soldi)

Dai pagamenti, ai prestiti, agli investimenti, al crowdfunding, fino a bitcoin e assicurazioni, ecco 7 podcast della Rai per capire come la tecnologia sta cambiando ogni giorno il modo in cui gestiamo le nostre finanze (e rottamerà le banche)

La Rai ha dedicato (e dedica) una serie di puntate di approfondimento verticale del programma rafiofonico “Eta Beta” (Radio 1) al fintech e al futuro dei soldi. In studio con il conduttore Massimo Cerofolini c’è Aldo V. Pecora, giornalista e managing editor di SmartMoney.

Dai pagamenti, ai prestiti, agli investimenti, al crowdfunding, fino a bitcoin e assicurazioni, ecco 7 podcast per capire come la tecnologia sta cambiando ogni giorno il modo in cui gestiamo le nostre finanze (e rottamerà le banche).

1. Cos’è il fintech (e come funziona)

Eta Beta del 28/06/2016

Robot al posto dei consulenti finanziari. App per pagare il caffè col telefonino anziché col bancomat. Monete virtuali invece degli euro. Un terremoto fatto di startup e idee innovative sta distruggendo i vecchi modelli bancari e della finanza. Ma come reagiscono gli istituti tradizionali? Ne parliamo nella nuova puntata di Eta Beta.

Ospiti: Aldo Pecora, giornalista esperto di FinTech, cura la sezione SmartMoney per StartupItalia; Luca Fantacci, coautore di “Per un pugno di bitcoin. Rischi e opportunità delle monete virtuali”; Claudio Bedino, cofondatore di Oval Money, app legata a conto corrente bancario e carta credito che che permette di creare un salvadanaio virtuale in cui finiscono automaticamente gli spiccioli di resto di ogni transazione, fino a creare un “tesoretto” per piccoli investimenti.


2. Pagamenti digitali

Eta Beta del 24/10/2016

Il sito di Paypal al posto di bonifici e assegni. Le app sul cellulare invece di bancomat e carte di credito. La moneta virtuale Bitcoin anziché le banconote. La rivoluzione digitale mette in crisi i modi con cui per decenni abbiamo pagato beni e servizi, intacca i monopoli tradizionali delle banche e apre nuovi scenari. Dei pagamenti 2.0 ci occupiamo nella puntata di Eta Beta.

Ospiti: Aldo V. Pecora, giornalista di Startup Italia, sezione SmartMoney; Alberto Dalmasso, cofondatore di Satispay , l’app che permette di pagare con il cellulare anche piccoli importi al bar (senza commissioni per gli esercenti sotto i 10 euro, 20 centesimi per qualsiasi somma al di sopra).


3. Prestiti (social lending)

Eta Beta del 24/11/2016

Social lending o crowdfunding, per chi ha bisogno di soldi non c’è solo lo sportello bancario. Sempre più persone chiedono alla rete di finanziare i loro progetti sia aziendali che personali. Come convincere il web sulla propria affidabilità? E come evitare gli abusi? Ne parliamo nella nuova puntata di Eta Beta.

Ospiti: Aldo V. Pecora, esperto di Fintech per StartupItalia; Nicola Lencioni, fondatore di Eppela, il maggiore sito italiano di raccolta fondi in crowdfunding.


4. Investimenti e risparmi (robo advisor e social trading)

Eta Beta del 22/12/2016

Un robot che capisce chi siamo e ci dice le azioni più redditizie da comprare. Un’app che mette automaticamente da parte gli spiccioli di resto di ogni transazione per creare una sorta di salvadanaio virtuale. Un social network che consente di copiare le mosse dei migliori investitori a livello internazionale. Ne parliamo nella nuova puntata di Eta Beta.

Ospiti: Aldo V. Pecora (in foto), giornalista, di Startup Italia, sezione SmartMoney; Benedetta Arese Lucini, cofondatrice di Oval Money, app legata a conto corrente bancario e carta credito che permette di creare un salvadanaio virtuale in cui finiscono automaticamente gli spiccioli di resto di ogni transazione, fino a creare un “tesoretto” per piccoli investimenti.


5. Bitcoin e blockchain

Eta Beta del 23/01/2017

Si chiama blockchain ed è il sistema alla base delle monete virtuali come Bitcoin che in tutto il mondo stanno rivoluzionando la finanza. In Italia se ne parla poco, ma nei cinque continenti cattura l’attenzione di innovatori, governi e strutture vitali per i cittadini. Nella nuova puntata Eta Beta esplora la galassia blockchain, che oltre ai pagamenti è destinato a cambiare la tracciabilità del cibo, il modo di gestire la sanità e tanti altri ambiti.

Ospiti: Aldo V. Pecora, responsabile della sezione SmartMoney del sito StartupItalia; Antonio Simeone, fondatore di Euklid, startup milanese con sede a Londra, che permette di investire anche nelle criptovalute come il Bitcoin, senza chiedere commissioni ai clienti.


6. Crowdfunding

Eta Beta del 27/02/2017

Equity crowdfunding, crowdfundig fai-da-te, crowdfunding con ricompensa. Sono oltre 90 milioni di euro i soldi raccolti in Italia grazie alle varie forme di collette lanciate su Internet. Un dato ancora lontano dal resto del mondo, ma che ha permesso di realizzare progetti nei campi del sociale, dell’arte e dell’economia. Di questo parliamo nella nuova puntata di Eta Beta.

Ospiti: Aldo V. Pecora, esperto di SmarMoney per StartupItalia; Dario Giudici, responsabile di Mamacrowd, piattaforma per equity crowdfunding; Marco Martelli Carvelli, ideatore del progetto ‘Cuochi e camerieri alla riscossa’ per l’inserimento nel mondo della ristorazione di ragazzi con disabilità, finanziato tramite la piattaforma di crowdfundig Eppela.


7. Assicurazioni (insurtech)

Eta Beta del 28/03/2017

Polizze per assicurare la singola partita di pallone con un clic sul cellulare. Sconti sui premi per chi usa dispositivi per il controllo della salute, dell’auto o di un edificio. Robot al posto degli agenti che propongono coperture personali frugando su Facebook o sui gruppi Whatsap. Nella  puntata Eta Beta racconta il fenomeno Insurtech, la rivoluzione digitale lanciata da startup e compagnie assicurative.

Ospiti: Aldo V. Pecora, giornalista esperto di Insurtech per StartupItalia; Andrea Silvello, cofondatore di Neosurance, l’assicurazione istantanea che monitora le esigenze dei clienti raccogliendo i dati in rete e offre soluzioni anche per coprire i rischi di qualche ora (partita di tennis, parcheggio in un quartiere malfamato).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lyrebird, la tecnologia che permette di copiare la voce di chiunque

Parlare con Donald Trump o fargli pronunciare praticamente qualsiasi cosa potrebbe non essere più un problema. Una startup canadese ha trovato il modo di riprodurre le caratteristiche vocali di qualsiasi persona con l’analisi di un solo minuto di parlato