immagine-preview

Set 13, 2018

La startup DIS lancia un crowdfunding su Mamacrowd: pronta la scansione 3D del piede con l’app

Attiva in 50 store nel mondo, l'obiettivo dell'azienda è raggiugnere i 100mila euro. Hanno attivo un round da 150mila euro con Nuvolab e in cantiere è previsto il lancio di una linea femminile

La startup DIS, Design Italian Shoes, ha inaugurato una campagna di raccolta fondi sulla piattaforma Mamacrowd. L’obiettivo dichiarato è la cifra di 100mila euro per continuare l’espansione di questa realtà del settore fashiontech anche all’estero, dove già oggi DIS consente la personalizzazione di calzature nei negozi con un sistema tra i più veloci al mondo. A chi investirà in questo progetto, sviluppato tutto in Italia, DIS riserverà uno sconto a vita sull’acquisto di calzature personalizzate oltre a quote societarie. Come ha annunciato il Ceo di DIS Andrea Carpineti, «con questa campagna rilasceremo una nuova funzionalità, la scansione 3D del piede che potrà avvenire anche tramite app».

Fondata nel 2015 da Andrea e Francesco Carpineti e da Michele Luconi, peraltro in uno dei distretti d’eccellenza per le calzature come quello marchigiano, DIS è già presente in 50 store in tutto il mondo, dalla Cina agli Usa fino al Giappone. La sua innovazione finora è stata proprio la personalizzazione della propria scarpa nei negozi affiliati dove sono installati totem con touch screen su cui sbizzarrirsi. Il crowdfunding è stato reso possibile dall’ingresso nella società di Nuvolab che ha partecipato a un round seed da 150mila euro insieme ad altri business angels di primaria importanza. Ed è sulla base di questi investimenti che DIS punta ad accelerare il processo di internazionalizzazione.

Leggi anche: SixthContinent, il social commerce che fa più ricchi i consumatori

 

Espansione verso i mercati esteri che però non ha trascurato le maestranze marchigiane, coinvolte in questo percorso di rivitalizzazione del settore. Intanto DIS ha già chiuso un accordo in Cina con una catena sartoriale per raggiungere 300 punti vendita; la startup festeggia infine il raddoppio del fatturato nel primo semestre 2018. La sua tecnologia è proprietaria e le è valsa diversi premi come Unicredit Start Lab, Startup Initiative Intesa San Paolo ed Europe Start Award. In cantiere, se l’obiettivo massimo di funding verrà raggiunto, è previsto il lancio di una linea femminile.

 

Leggi anche: Le 34 startup italiane che hanno partecipato allo Startup Village di Skolkovo

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter