immagine-preview

Ago 20, 2018

Amazon punta al business delle sale cinematografiche?

Secondo Bloomberg il negozio del mondo starebbe trattando l'acquisto del network statunitense Landkmark Theatres

In fondo, i prodotti non gli mancano, vista la library di Prime Video. Eppure Amazon sembrerebbe interessata a compiere un altro passo nel mondo degli esercizi fisici. Dopo l’inaugurazione di Amazon Go, il plurichiacchierato supermercato senza cassa di Seattle a cui presto farà seguito un gemello, sembrerebbe che il colosso di Jeff Bezos sia interessato a muoversi nella distribuzione cinematografica.

Nel mirino Landmark Theatres

Secondo le indiscrezioni raccolte da Bloomberg, ma ovviamente mai confermate, il “negozio del mondo” starebbe trattando l’acquisto di una catena statunitense di sale cinematografiche. Si tratta della Landmark Theatres: certo non un colosso del settore ma senza dubbio una rete di “grande nicchia” che può avere un interesse significativo per le strategie del gruppo.

Specializzata in pellicole indipendenti americane e straniere conta 56 sale distribuite in 27 Stati fra cui alcune metropoli come New York, San Francisco, Los Angeles e Chicago. Molti locali includono anche caffetterie e lounge all’interno del complesso cinematografico.

Altri soggetti in partita: anche Netflix?

In realtà la trattativa non sarebbe esclusiva: in ballo per l’operazione Landmark (la catena è controllata dalla Wagner/Cuban dei miliardari Mark Cuban e Todd Wagner) ci sarebbero anche altri soggetti fra cui, ma anche qui mancano conferme, Netflix. Ma certo se Amazon decidesse di spingere sull’acceleratore non avrebbe problemi. In effetti si tratta del tassello che gli mancherebbe considerando la presenza nell’universo dei media fra studi televisivi e cinematografici, piattaforme di streaming per video e musica e appunto primi passi nel mondo reale fra librerie e supermarket “cashierless”, senza contare i punti vendita di Whole Foods fra Usa e Regno Unito. Nonché gli accordi con Sony Pictures, tornando al cinema, per le anteprime su Prime Video.

I prorietari stanno lavorando con la banca d’investimenti Stephens Inc. sulla possibile vendita, hanno detto le fonti a Bloomberg, anche se nessuna decisione definitiva è stata ancora presa.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter