immagine-preview

Ago 1, 2018

Aumento di capitale da 630mila euro per Together Price

Il fondo Samaipata investe nella piattaforma che permette di condividere abbonamenti digitali. Risparmiando sul loro costo

Arrivano capitali stranieri per una startup italiana. Si tratta di Together Price, piattaforma di condivisione di servizi in abbonamento digitali che permette di risparmiare fino all’80% sul loro costo, che ha chiuso un aumento di capitale da 630mila euro. L’investimento è stato guidato da Samaipata Ventures, fondo internazionale con base a Madrid specializzato in marketplace e piattaforme di e-commerce, e ha visto coinvolti LVenture Group e Angel Partner Group. Together Price fa parte del portafoglio di LVenture Group, holding di partecipazioni quotata sul MTA di Borsa Italiana che opera nel venture capital, ed è stata lanciata dal programma di accelerazione di LUISS EnLabs.

“Vogliamo continuare a crescere, e con l’entrata di Samaipata vogliamo iniziare l’espansione in Europa partendo dalla Spagna e dall’Inghilterra. Ma prima di tutto vogliamo continuare a lavorare con passione, determinazione e dedizione come abbiamo fatto finora per portare Together Price sulla vetta che merita”, ha spiegato un portavoce di Together Price.

Come funziona

Together Price permette agli utenti di condividere abbonamenti a servizi digitali e di risparmiare sulle relative spese, fino all’80% dei costi. Sulla piattaforma si possono mettere a disposizione i posti non utilizzati del proprio abbonamento digitale multi account per condividerlo con altre persone, oppure ci si può aggiungere a un gruppo già creato da un altro utente.

Una volta scelto il servizio che si vuole condividere (Netflix, Spotify, Apple Music, Google Play, Xbox e Office 365) basta inviare la propria quota con carta di credito. Il vantaggio di Together Price è che racchiude in un’unica piattaforma tutte le fasi della condivisione: dalla formazione del gruppo fino alla raccolta delle quote.

Focus sui millennials

Together Price è stata creata nel 2016 a Roma da Marco Taddei, Sabrina Taddei e Luca Ugolini. Negli ultimi due anni la startup è cresciuta rapidamente sul mercato italiano e oggi conta oltre 140mila iscritti, soprattutto tra la generazione dei millennials, che utilizzano numerosi servizi di intrattenimento digitali e sono sempre più propensi a condividerne i costi con amici, parenti e colleghi.

 

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter