Mag 18, 2018

PayPal compra iZettle per 2,2 miliardi di dollari

Mossa del colosso che acquista la startup svedese, attiva anche in Italia, e allarga la propria presenza in quasi mezzo milione di artigiani, negozi e pmi

Investimento massiccio di PayPal nel fintech. Il gruppo fondato da Peter Thiel ed Elon Musk ha acquistato iZettle, una startup svedese che ha rivoluzionato l’uso (e il concetto stesso) di pos e carte di credito. Prezzo: 2,2 miliardi di dollari che proiettano PayPal direttamente all’interno di centinaia di migliaia di negozi in tutto il mondo.

Che cosa fa iZettle

La giovane azienda svedese, che proprio pochi giorni fa aveva comunicato di volersi quotare alla Borsa di Stoccolma, aiuta artigiani, piccole aziende e commercianti a cavarsela in un mondo di giganti. Lanciata nel 2010, ha sfornato una serie di dispositivi e applicazioni che in sostanza trasformano comuni smartphone e tablet in registratori di cassa. Ma l’offerta si è allargata: molto diffusa in Europa e America Latina, la piattaforma consente di gestire a 360 gradi i propri affari e offre anche microfinanziamenti alle Pmi senza interessi ma solo commissioni fisse che possono essere restituiti senza scadenza tramite vendite. Al momento i principali azionisti di iZettle sono Zouk Capital, Index Ventures e 83North.

Le piccole e medie imprese sono il motore dell’economia globale e continueremo a espandere la nostra piattaforma per aiutarle a competere e vincere online, nei negozi e via mobile – ha spiegato Dan Schulman, Ceo e presidente di PayPal – iZettle e PayPal stanno insieme in modo strategico visto che condividono la missione, i valori e la cultura, oltre a disporre di prodotti e diffusione geografica complementari. Nel mondo digitale di oggi i consumatori vogliono poter comprare quando, dove e come desiderano. Così, con quasi mezzo milione di venditori sulla sua piattaforma Jacob de Geer e la sua squadra aggiungono eccellenti capacità e talento che allargheranno le opportunità di PayPal per renderlo una soluzione semplice e disponibile su tutti i canali per il mercato”. 

I mercati

iZettle è presente in undici mercati: Brasile, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Italia (dove è sbarcata addirittura nel 2015, qui tutta la storia), Messico, Paesi Bassi, Norvegia, Spagna e Svezia: “Combinare i nostri asset ed esperienze con un leader del comparto come PayPal ci consentirà di dare ben più valore alle piccole aziende e aiutarle a vincere” ha spiegato De Geer, Ceo della startup. I commercianti disporranno infatti di molte più possibilità di pagamento e vendita grazie agli strumenti di PayPal.

iZettle dovrebbe generare quest’anno volumi di pagamento da 6 miliardi di dollari sulla propria piattaforma e i conti sono in rapida crescita, a sfiorare ricavi lordi da 165 milioni di dollari nel 2018. Chiusa l’acquisizione – si dovrebbe finalizzare nel terzo trimestre dell’anno – De Geer continuerà a guidare iZettle, che verrà integrata nelle soluzioni offerte da PayPal ai merchant con l’obiettivo di diventare l’hub di eccellenza per le offerte di PayPal in questo segmento di mercato.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter