immagine-preview

Mar 16, 2018

Snoop Dogg, 45 milioni per il suo fondo che finanzia il business della cannabis

Con il bottino, raccolto in gran parte nell'ultimo anno, il rapper e i suoi soci investono soprattutto nelle piattaforme ancillari della distribuzione di marijuana legale

Bel botto per Snoop Dogg, il controverso e provocatorio re del rap statunitense. Il suo fondo di venture capital lanciato un paio di anni fa e battezzato Casa Verde Capital ha chiuso il suo primo round di raccolta da parte di investitori interessati a quota 45 milioni di dollari. Una cifra notevole, considerando il ristretto ma potenzialmente floridissimo target al quale si dedicherà: quello della cannabis e di tutto il mondo che le ruota intorno, dalla vendita della marijuana negli Stati Usa in cui è legale a scopo ricreativo o terapeutico ai prodotti derivati fino alle piattaforme di consegna a domicilio.

Il socio di Snoop Dogg

Gran parte di quei 45 milioni di dollari è stato raccolto nel giro dell’ultimo anno, come ha spiegato a TechCrunch il socio di Dogg nell’impresa, Karan Wadhera, con un passato in Goldman Sachs e Nomura Securities salito a bordo a metà 2016 per dare una mano nella parte della sicurezza ma anche negli investimenti, coadiuvando il direttore esecutivo Evan Eneman. Il cantante e rapper, insomma, non è che lo specchietto per le allodole del fondo, il volto buono a venderlo facendo leva sul suo amore per la marijuana (e sui suoi soldi). Ancora prima del fondo, infatti, Dogg aveva investito diverse decine di milioni di dollari nel business della cannabis legale che pure in altri Paesi del mondo, sebbene sotto profili e regolamentazioni ben diverse e stringenti, sta emergendo.

Gli obiettivi di Casa Verde Capital

Casa Verde Capital è specializzata in finanziamenti seed e Series A, dunque legati alle fase iniziali della vita di una startup. Wadhera, che ha un background bancario e finanziario tradizionale, è anche un grande amante della musica e ha lavorato anche come consulente per artisti ed etichette discografiche. Da quel tipo di dinamiche è nato il rapporto con il 47enne artista Snoop Dogg – all’anagrafe Calvin Cordozar Broadus Jr. – per il quale lavorava anche nel lancio del business legato ai suoi show, ai progetti tv, al merchandising e a tutto il resto.

Gli investimenti

Il fondo ha già effettuato otto investimenti, con altri due in arrivo prossimamente. In molti casi componenti di Casa Verde Capital entrano a far parte dei consigli di amministrazione o vengono nominati in altri ruoli, ovviamente in virtù dei fondi messi sul piatto per gli aumenti di capitale.. La misura degli investimenti è di base di un milione di dollari, con altri 3-5 per una fase successiva. Il focus degli investimenti è sulla parte ancillare del mercato della cannabis: dunque non sulla coltivazione diretta ma su tutto il resto, dalla distribuzione alla commercializzazione. Nel portafoglio ci sono nomi come LeafLink, un marketplace per commerciandi e brand. Fra gli investitori ci sono parter famigliari, angel investor e altri privati.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter