immagine-preview

Feb 28, 2018

Il made in Italy si apre al mercato asiatico: accordo tra Gestpay e Unionpay

Gestpay e UnionPay insieme per permettere al made in Itally di approdare sui mercati asiatici.

Il made in Italy si apre al mercato asiatico, grazie all’accordo tra la piattaforma italiana per accettazione e gestione dei pagamenti online del Gruppo Sella, Gestpay, e UnionPay International, il circuito internazionale di carte di pagamento con sede in Cina.

Grazie alla partnership,  d’ora in poi i titolari di carte UnionPay potranno fare acquisti direttamente sui siti di ecommerce delle imprese italiane. Ora, Gestpay è il primo gateway in Italia ad accettare gli oltre sei miliardi di carte emesse da UnionPay. L’integrazione del nuovo metodo di pagamento su Gestpay è gratuita e gli esercenti che già utilizzano la piattaforma di Sella hanno la possibilità di rendere subito disponibile ai clienti il pagamento con carte UnionPay.

400 milioni di utenti che comprano online

 

Dal laboratorio che crea accessori nel settore fashion al produttore di vino, passando per chi realizza oggetti di design fino al piccolo artigiano che vende online i suoi prodotti, ora gli esercenti che utilizzano Gestpay possono mettere a disposizione dei propri clienti un importante strumento di pagamento per andare incontro al mercato orientale e in particolare quello cinese che, secondo i dati dell’Osservatorio export del Politecnico di Milano, a fine 2016 contava già oltre 400 milioni di utenti che effettuano acquisti online, per un valore di oltre 30 miliardi di euro di beni importati tramite l’e-commerce. Nel 2017, inoltre, sul totale degli acquisti retail in Cina, ben il 15-20% è stato effettuato tramite canale telematico.

Leggi anche: Cashless society, la giornata tipo del cittadino cinese tra WeChat, Alipay e zero contanti

 

L’integrazione delle carte UnionPay su Gestpay va ad aggiungersi agli oltre cento metodi di pagamento accettati sulla piattaforma. Nel corso del 2018, Gestpay consentirà l’attivazione di altri sistemi di pagamento alternativi, che potranno essere visualizzati e integrati in completa autonomia.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter