La Champions League in streaming (gratis) su Facebook

L’accordo prevede addirittura alcune gare in esclusiva solo su Facebook. Gli iscritti al social network potranno seguire le partite gratuitamente

Negli Stati Uniti non è una novità assoluta, perché da quelle parti era già successo che qualche evento sportivo fosse trasmesso in diretta streaming su diversi social network, ma in questo caso siamo oltre. Qualcuno si arrischia a definirla una “svolta epocale” nella gestione dei diritti TV ma anche nella natura dei social network stessi.

Facebook fa sul serio

Come dicevamo, negli USA Amazon, Twitter e Facebook si erano già mossi verso lo Sport, fonte redditizia di raccolta pubblicitaria, acquistando i diritti e trasmettendo alcuni match di Football Americano e Baseball, ma questa volta i colossi Fox Sports e Facebook hanno fatto sul serio: il social network, infatti, trasmetterà le partite di Champions League della prossima stagione in diretta streaming. Un accordo strutturato, che prevede addirittura anche alcune gare in esclusiva solo su Facebook.

Una diretta in inglese e spagnolo

Al momento il social network si è assicurato i diritti per due partite di ogni giornata della fase a gironi, quattro gare degli ottavi e altre quattro nei quarti. Il tutto con il commento in due lingue: l’inglese, ovviamente, ma anche lo spagnolo, per agevolare la folta comunità sudamericana presente negli Stati Uniti e appassionatissima del “Soccer”, come lo chiamano da quelle parti.

Ovviamente – ma anche in questo caso verrebbe da dire “per il momento” – gli utenti di Facebook potranno godersi lo spettacolo gratuitamente. Il ritorno di immagine è quello derivante dalla raccolta pubblicitaria dovrebbe più che compensare l’investimento.
Parlavamo giustappunto di una svolta epocale, perché l’interesse dei Social Network per l’evento sportivo era chiaro da tempo, ma questo accordo abbatte le barriere e rischia di fare semplicemente da apripista per altre alleanze dello stesso tipo (o addirittura più importanti). Magari anche in Europa…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Da ottobre a Milano il primo bike sharing senza stazioni. Mobike

Inquadri il Qr con lo smartphone, sblocchi la bici e la parcheggi dove ti è più comodo. Poi paghi tramite l’applicazione. Funziona così il primo servizio di condivisione delle bici a flusso libero che permette agli utenti di arrivare vicini alla propria destinazione con le due ruote