L’italiana Soldo chiude un round da 11 milioni. Accel tra gli investitori

I venture nordamericani scelgono di investire nella startup fintech dell’italiano Carlo Gualandri. I nuovi fondi saranno usati per espandere il servizio a tutta Europa

La startup italiana Soldo, un servizio pensato per la gestione multi-utente dei conti familiari e aziendali, ha concluso il primo round di investimento raccogliendo 11 milioni di dollari: a guidare la tornata è Accel, tra i principali fondi venture capital al mondo, ma della partita sono anche Connect Ventures, InReach Ventures, U-Start e R204 Partners. Un round davvero significativo, visto che la startup (che sviluppa il servizio tra il Belpaese e il Regno Unito) è riuscita ad attirare l’attenzione di un fondo che in passato ha investito in realtà oggi affermate come Facebook, Spotify, Drobpox, Deliveroo e BlaBlaCar.

Che cos’è Soldo

fondare Soldo è stato Carlo Gualandri, già artefice della nascita di Fineco (prima banca online italiana), e della crescita di realtà come Virgilio e Gioco Digitale. Nella sua nuova avventura, messa in piedi grazie a un team formato da imprenditori ed esperti di finanza, ha deciso di fare un passo in più e di costruire un servizio che supera il principio del conto bancario: Soldo è un’app pensata per condividere all’interno di un gruppo di utenti un fondo comune di liquidità, fornendo a ciascuno una carta prepagata e fissando anche precisi limiti di spesa o di utilizzo all’interno di specifici intervalli di orario.

Soldo è pensato per offrire una completa tracciabilità e rendicontazione delle spese, sia a livello familiare che per quanto attiene l’ambiente aziendale. Accanto alla versione consumer del prodotto (Family), infatti, esiste anche la variante pensata per semplificare la gestione delle spese in azienda: Soldo Business permette di tenere d’occhio in tempo reale le uscite di tutti i centri di costo e del personale, con un pannello di controllo disponibile sia su Web che nelle app iOS e Android, centralizzando anche la raccolta delle ricevute per le note spese e fornendo dati che possono essere importati nei più diffusi software di contabilità.

I prossimi obiettivi

I capitali raccolti serviranno a portare avanti lo sviluppo tecnologico della piattaforma Soldo, ma tra gli obiettivi immediati c’è anche l’allargamento delle attività a tutta Europa dopo il lancio già avvenuto in Italia e Regno Unito. Saranno anche intensificate le attività di marketing, allo scopo di far crescere ulteriormente il numero di utenti che si affida al servizio.

Soddisfazione per l’ottimo risultato del round è stata espressa dal CEO di Soldo Carlo Gualandri: “Siamo fieri di essere stati i primi a lanciare sul mercato in Italia e UK un conto spese per imprese che permette di automatizzare la contabilità delle uscite aziendali in un modo completamente nuovo, eliminando efficacemente il carico di lavoro necessario per gestire anticipi in denaro ai dipendenti e monitorare i flussi di cassa. Fin dal lancio eravamo certi che le aziende sarebbero state entusiaste di questo servizio e portare Accel a bordo come parte del nostro round A di finanziamento è testimonianza del valore che hanno riconosciuto al duro lavoro e alla dedizione del nostro team di esperti”.

Al termine di questo round, il partner di Accel Sonali de Rycker si unirà al consiglio di amministrazione di Soldo: “Siamo entusiasti di sostenere un team di prim’ordine, con un’esperienza eccezionale sia nei servizi finanziari che nel software: riteniamo che sia la combinazione perfetta per fare la differenza nell’ambito della gestione amministrativa” ha dichiarato lo stesso de Rycker, commentando la riuscita dell’operazione. “Soldo ha iniziato in due mercati che conosce bene – Italia e Regno Unito – ma il controllo delle spese è un punto critico a livello globale – ha concluso – e il mercato è ormai maturo per il cambiamento”.

 

Ti potrebbe interessare anche

40 soluzioni per fare più soldi, secondo Forbes

Va bene risparmiare, ma per avere più soldi a fine mese bisogna fare uno sforzo extra. Il web è molto utile e offre tantissime opportunità per guadagnare di più (e meglio). Una lista

Un conto unico per la famiglia, senza banca. L’idea di una startup italiana a Londra, Soldo

Ha sede a Londra, ma è fatta da italiani. Soldo ha chiuso un round «a 7 cifre» e si prepara a entrare in un nuovo mercato: i conti multi-utente

Baroni all’università: “Questo è mio, questo è tuo, questo è coso”

L’indagine di Firenze dimostra che i feudi sono ancora troppi ma anche che l’Abilitazione scientifica nazionale funziona: costringe i baroni a esporsi più che in passato, mettendoli all’angolo

A colloquio con gli insegnanti via Skype, l’idea di un Liceo Classico di Cosenza

Il dirigente scolastico Antonio Iaconianni spiega a StartupItalia! i dettagli di questa iniziativa che punta a modernizzare il liceo classico Telesio. E semplificare il rapporto tra famiglie e scuola sfruttando la tecnologia