Amazon Dash Button, cos’è e come funziona il pulsante per comprare in un click

E’ arrivato anche in Italia il piccolo pulsante che consente di ordinare i prodotti. E c’è anche il servizio cloud che permette ai dispositivi connessi di farlo in automatico

Da Barilla, a Durex, passando per Mulino Bianco, fino a Tampax: per 26 prodotti arriva il Dash Button. O meglio Amazon Dash Button. Avete bisogno di una confezione di Caffè Vergnano 1882? O una di lamette Gillette? Basta premere il pulsante per effettuare gli ordini e riceverli con le spedizioni Prime, illimitate e senza costi aggiuntivi. Amazon Dash Button si può preordinare a 4,99 euro su Amazon.it e ricevere lo sconto dello stesso importo sul primo ordine effettuato.

Amazon Dush Button
E arriva pure Amazon Dash Replenishment, il servizio cloud che consente ai produttori di dispositivi di abilitare i propri prodotti dotati di connettività in modo che ordinino in automatico gli articoli da Amazon, utilizzando un semplice set di API. Altri produttori stanno mettendo a punto l’integrazione di Dash Replenishment all’interno dei propri dispositivi connessi in Europa. Tra cui:  Beko, Grundig, Kyocera, Samsung, Whirlpool.
«Abbiamo tutti vissuto la frustrazione di terminare le scorte di prodotti di uso quotidiano. Dash Button e Dash Replenishment sono stati progettati per evitare questi momenti – ha dichiarato Daniel Rausch, Director di Amazon Dash – Dash Button offre la comodità degli acquisti 1-Click da ogni luogo della casa, quando le scorte stanno terminando, rendendo più semplice che mai fare un ordine: basta premere il pulsante e il prodotto è ordinato e in dirittura di arrivo. Dash Replenishment porta tutto ciò a un livello ulteriore, abilitando i dispositivi connessi della casa a ordinare e farti consegnare i prodotti di consumo quotidiano per non restare più senza di essi».

Leggi anche: Vendere a meno di quanto costa fa guadagnare Amazon. Il Prime Day, visto da Wall Street

Collegare il tasto Dash al Wi-Fi

Per impostare Dash Button, non si deve fare altro che collegare il tasto Dash al Wi-Fi e utilizzare l’applicazione Amazon sul proprio smartphone per selezionare il prodotto da ordinare nuovamente. Con il pulsante Dash, i clienti beneficiano degli stessi prezzi di Amazon.it e ricevono i prodotti con le spedizioni Prime illimitate, senza costi aggiuntivi. Nel momento in cui viene effettuato un ordine, i clienti ricevono sullo smartphone una notifica di conferma del prodotto, con la data di consegna e il prezzo. Come avviene con gli acquisti effettuati con 1-Click di Amazon, i clienti hanno il tempo di rivedere, modificare o cancellare l’ordine in modo semplice. Dash Button viene dotato di un adesivo riutilizzabile e un gancio estraibile per appenderlo, incollarlo o posizionarlo in qualunque luogo il cliente desideri.

Leggi anche: Amazon lancia in Italia i primi 43 punti di ritiro merci: in Lombardia, Piemonte e Veneto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

L’incredibile storia di Mashape e Augusto Marietti (che ha fatto bene a lasciare l’Italia quando gli dicevano “sei troppo giovane”)

A 18 anni aveva inventato Dropbox prima di Dropbox, ma nessuno lo finanziò. Poi, quando con 2 amici ha lanciato Mashup, un marketplace dove gli sviluppatori vendono “pezzi” di software, ha scelto di lasciare l’Italia, destinazione San Francisco. L’idea piace, e ci credono anche il papà di Uber e quello di Amazon e oggi la sua azienda vale decine di milioni di dollari. No, non è un film: è la storia di Augusto Marietti

Dal sushi alla Coca-cola, un progetto ci mostra quanto zucchero c’è negli alimenti

SinAzucar è il progetto spagnolo che fotografa gli alimenti che si trovano comunemente nelle nostre case per mostrarci quanto zucchero raffinato effettivamente contengono

Dai soldi al network, i 4 contributi delle corporate alle startup. Il caso Tecno a Napoli

Il contributo di una corporate alla startup, secondo L’advisor Giovanni De Caro, dovrebbe essere erogato secondo una precisa scala di priorità. L’open innovation di una società di Napoli e le modalità di investimento nelle startup