immagine-preview

Mag 12, 2018

CleanBnB da record, 500K in sole tre settimane grazie al crowdfunding

La campagna di crowdfunding della startup dedicata agli affitti CleanBnB ha raggiunto l'obiettivo massimo di 500 mila euro in sole tre settimane. Uno dei risultati migliori di sempre nel panorama dell'equity crowdfunding in Italia

CleanBnB nasce come progetto sviluppato all’interno di Seed, incubatore di startup ad alto valore innovativo, e nel 2016 si costituisce come startup innovativa a Milano. CleanBnB si rivolge ai proprietari che desiderano affittare i propri immobili per brevi periodi e necessitano di un partner professionale e affidabile per curarne la visibilità online, le tariffe e le prenotazioni e per la gestione operativa completa degli ospiti, al fine di massimizzare gli incassi ogni mese in assoluta sicurezza.
CleanBnB
Nel corso del 2016 le attività si sono allargate a Roma, Venezia, Bologna e Firenze, e nel 2017 a tutto il territorio nazionale, anche grazie all’ingresso in società di soggetti specializzati nell’investimento in startup quali Boost Heroes. Oggi CleanBnB opera su oltre 30 città, coprendo anche numerose località turistiche e stagionali. CleanBnB non è competitor di Airbnb o di Booking, ma utilizza queste ed altre piattaforme per valorizzare gli immobili gestiti in affitto breve e ottimizzarne gli incassi.

La campagna di Crowdfunding di CleanBnB

L’equity crowdfunding rappresenta un’opportunità di crescita e sviluppo in tanti settori: quando il business di un’azienda è chiaro, la sua affidabilità riconosciuta e il settore in grande espansione, i risultati non deludono. “Reputavamo realistico raggiungere l’obiettivo di raccolta di 100 mila euro, ma nessuno avrebbe immaginato di riuscirci già in poche ore e di poter celebrare il risultato addirittura all’evento di presentazione organizzato per i nostri investitori” spiega Francesco Zorgno, socio fondatore di CleanBnB. La società infatti puntava a un obiettivo minimo di 100 mila euro, lasciando la possibilità di overfunding fino a 500 mila euro massimi. Traguardo che la startup ha raggiunto in poco più di 20 giorni rispetto ai 60 previsti, grazie a oltre 200 investitori, con una valutazione della società pari a 4,5 milioni di euro.

“Pur avendo grandi aspettative dalla raccolta di CleanBnB, la velocità con la quale abbiamo concluso la campagna ci ha lasciato stupiti. È stata sicuramente premiata la serietà del progetto e del team, che hanno saputo esporre in maniera chiara ed esaustiva la storia di una startup dalle grandissime potenzialità. La seconda campagna di crowdfunding di CleanBnB, record di raccolta sul nostro portale, è inoltre una bellissima storia da raccontare in quanto si tratta della prima società, che abbiamo lanciato 2 anni fa, che ha saputo accrescere e valorizzare gli investimenti dei nostri primi utenti sottoscrittori. Un grandissimo esempio di come dovrebbe essere svolta una campagna di equity crowdfunding non solo in termini di capitali raccolti ma anche di organizzazione e professionalità” racconta Tommaso Baldissera, CEO di CrowdFundMe.
“Gli investitori italiani sono certamente più prudenti, ma sanno riconoscere benissimo un buon affare se questo viene presentato in modo serio e trasparente. 500mila euro raccolti in poche settimane ne sono la prova lampante. Il risultato è andato oltre le più rosee aspettative e tutto il lavoro svolto in questi due anni ci ha premiato. I clienti hanno imparato a riconoscere il nostro brand, gli investitori hanno compreso e colto al volo l’opportunità. Insomma, non potevamo davvero sperare di meglio” ha detto Zorgno alla chiusura della campagna di equity crowdfunding sul portale CrowdFundMe.

Le scelte dell’azienda

Quello di CleanBnB è un successo che in realtà non sorprende, ma rappresenta il frutto di un lavoro minuzioso, svolto per creare e posizionare un brand oggi universalmente riconosciuto come il più diffuso operatore nazionale nel mercato della gestione degli affitti a breve termine. “CleanBnB adotta un modello di business scalabile e sostenibile sui grandi numeri. Questo, insieme alla riconoscibilità del brand, è stato un elemento distintivo su cui abbiamo puntato tutto nei primi due anni di crescita, con cui abbiamo messo le basi per un solido vantaggio competitivo”. Continua Francesco Zorgno: “CleanBnB è una startup, un’azienda, ma anche una squadra di persone altamente motivate. Un team forte, strutturato e con competenze professionali di altissimo profilo in tutte le funzioni e in tutte le città in cui operiamo. Le persone sono il nostro vero e ineguagliabile punto di forza. A questo si affiancano i fatti: il volume d’affari ormai consolidato e il portafoglio immobili in continua espansione sono la migliore garanzia di sostenibilità della nostra attività anche nel futuro”.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter