Così i soldi delle grandi aziende finiscono sul crowdfunding

Indiegogo sovverte gli schemi e apre il crowdfunding alle imprese, guadagnando una grande fetta di mercato contro l’eterno rivale Kickstarter

Ai suoi primi passi, oramai qualche anno fa, il mondo del crowdfunding sembrava rigettare l’idea di avvicinarsi al mondo delle big corporation. Il cambio di rotta è arrivato da Indiegogo, il cui ultimo annuncio è stato proprio relativo all’apertura all’Enterprise Crowdunding. Le grandi aziende potranno partecipare alle campagne investendo sui progetti della piattaforma come qualsiasi alto utente privato iscritto.

crowfund

La sharing economy incontra l’open innovation

Uno strumento col quale, secondo il Ceo di Indiegogo Slava Rubin, le aziende potranno fare di fatto open innovation pagando una fee. Sicuramente l’iniziativa rappresenterà un boost per l’intero settore e per le aziende che aderiranno sarà anche un’ulteriore canale di connessione con i propri clienti. Indiegogo ha scelto così di porsi di fatto come un facilitatore di investimenti (in termini anche di processo oltre che di moltiplicatore di opportunità) anche per le aziende.

Leggi anche: Crowdfunding, con questi 8 consigli raccogli 1 milione

Occhi puntati sui furbetti

C’è chi scommette che questa apertura alla corporate comporterà dei cambiamenti anche sulla piattaforma. Ad esempio potrebbero essere introdotti maggiori controlli sulle campagne lanciate per evitare che possano ripetersi storie come quella di Kreyos, un’azienda produttrice di smartphone che nel 2013 ha raggiunto 1,5 milioni di dollari in un’unica campagna salvo poi fallire prima di lanciare, il primo orologio sul mercato anche solo su In Demand, la piattaforma eCommerce di Indiegogo per vendere online i prodotti finanziati.

Emanuela Perinetti
@manuperinetti

Un Commento a “Così i soldi delle grandi aziende finiscono sul crowdfunding”

  1. DeRev

    Noi italiani sappiamo stare al passo, e qualche volta anche un passo avanti: già da alcuni mesi, infatti, tante aziende italiane si stanno affacciando al crowdfunding sia per sperimentare e testare i propri prodotti sia per accelerare e sostenere le innovazioni del proprio settore. Ultimo esempio, ma molto significativo, è quello di Wind che in collaborazione con la nostra piattaforma ha appena lanciato Wind for Fund: http://windforfund.derev.com!

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare anche

C’è un pezzo d’Italia che sta sbancando Indiegogo

Empatica, nata in Italia, e Jolla, co-fondata dall’italiano Stefano Mosconi, hanno raccolto complessivamente più di un milione e mezzo di dollari in poche ore su Indiegogo.

Crowdfunding, con questi 8 consigli raccogli 1 milione

La sua startup ha raccolto 1,3 milioni in crowdfunding, ora il Ceo di Airtame rivela i segreti che hanno portato al successo della campagna. Sono 8 in tutto, eccoli.

Anche crowdfunding e Airbnb nel piano di Obama per i rifugiati

La Casa Bianca si appella al web per aiutare i rifugiati siriani. Al crowdfunding ci pensa Kickstarter, e ci sono anche Twitter, Instacart e Airbnb

Equinvest, il primo venture capital italiano basato sul crowdfunding

Raccogliere investimenti online tramite l’equity crowdfunding attraverso un fondo di venture capital: così Equinvest vuole sostenere le startup.

Dai banchi di scuola al pitch. I finalisti del progetto “A Scuola di Startup” a DigithON 2017

Il progetto realizzato da AuLab ha coinvolto per il terzo anno consecutivo studenti delle scuole secondarie superiori. Il team vincitore sarà premiato dal Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Bari e Bat. Abbiamo intervistato Davide Neve, CEO di AuLab

Imparare a guidare con la realtà virtuale e aumentata. Il progetto di Guida e Vai

Salvatore Ambrosino, cofondatore e direttore commerciale di Guida e Vai, ha ideato un nuovo sistema di insegnamento per preparare all’esame di teoria le nuove generazioni. I ragazzi potranno simulare con smartphone e visore le situazioni che potrebbero incontrare su strada

Il food italiano parte alla conquista della Cina con la startup Ventuno

Le sorelle Di Franco hanno inventato un modo per presentare l’italian food all’estero: eleganti box a tema regionale con prodotti locali. E ora la piattaforma sarà una delle dieci finaliste dell’Italian Scaleup Initiative in China

Hephaestus Venture, il fondo che porta le startup italiane in Brasile

Il fondo ha la missione di supportare le startup nei processi di internazionalizzazione verso il Brasile, un mercato emergente e in forte crescita, se si pensa che il 57.4% dei finanziamenti in America Latina si concentra in questo Paese.

Cyber-Diplomacy | Che cos’è e qual è il ruolo dell’Italia (nel G7)

Le relazioni internazionali sono chiamate ad avere un ruolo specializzato al Cyber Spazio e devono agire al suo interno per supportare il complesso di accordi e regole di carattere internazionale oggi ancora incompleto in proposito