CheBanca! Grand Prix fintech startup program

Un’iniziativa di In collaborazione con

CheBanca! GrandPrix Fin- Startup Program è un’iniziativa promossa da CheBanca! in collaborazione con PoliHub e StartupItalia!, nata per promuovere l’innovazione in Italia nel mercato dei servizi bancari e finanziari, che premia e sostiene i progetti più innovativi in ambito Fin-Tech.

I progetti iscritti al contest sono stati valutati da un comitato costituito da docenti universitari esperti del settore, executive di CheBanca! e venture capitalist. I 14 progetti più interessanti hanno partecipato al CheBanca! GrandPrix Fin- Startup Program, il bootcamp di empowerment imprenditoriale del MIP- Politecnico di Milano, che – attraverso docenti, imprenditori di successo, investitori ed executive di CheBanca! e del mondo finanziario – mira a sfidare e rafforzare i team imprenditoriali (di seguito il programma).

I progetti sono legati a prodotti e/o servizi nell’area servizi finanziari e di pagamento retail o a piattaforme funzionali all’erogazione di tali servizi.

Il programma, della durata di 5 giorni full time, si è tenuto dal 16 al 20 giugno 2014.

Al termine dei 5 giorni, gli imprenditori hanno presentato il proprio pitch davanti al comitato di valutazione che selezionerà i 4 progetti vincitori.

Cosa si vince?

I progetti vincitori:

– riceveranno un premio in denaro di 25.000 euro stanziato da CheBanca!

– saranno ospitati per 12 mesi all’interno di PoliHub, l’incubatore del Politecnico di Milano, e di CheBanca!

– riceveranno il supporto concreto da parte di mentor esperti del mondo finanziario e di manager di CheBanca!

– saranno aiutati per 12 mesi nella comunicazione social da parte degli esperti di StartupItalia!

Ecco i link con il REGOLAMENTO completo e l’INFORMATIVA SULLA PRIVACY

Qui il bando

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

L’incredibile storia di Mashape e Augusto Marietti (che ha fatto bene a lasciare l’Italia quando gli dicevano “sei troppo giovane”)

A 18 anni aveva inventato Dropbox prima di Dropbox, ma nessuno lo finanziò. Poi, quando con 2 amici ha lanciato Mashape, un marketplace dove gli sviluppatori vendono “pezzi” di software, ha scelto di lasciare l’Italia, destinazione San Francisco. L’idea piace, e ci credono anche il papà di Uber e quello di Amazon e oggi la sua azienda vale decine di milioni di dollari. No, non è un film: è la storia di Augusto Marietti

Dal sushi alla Coca-cola, un progetto ci mostra quanto zucchero c’è negli alimenti

SinAzucar è il progetto spagnolo che fotografa gli alimenti che si trovano comunemente nelle nostre case per mostrarci quanto zucchero raffinato effettivamente contengono

Dai soldi al network, i 4 contributi delle corporate alle startup. Il caso Tecno a Napoli

Il contributo di una corporate alla startup, secondo L’advisor Giovanni De Caro, dovrebbe essere erogato secondo una precisa scala di priorità. L’open innovation di una società di Napoli e le modalità di investimento nelle startup