Bitcoin, 10 validissimi motivi per iniziare a usarli subito

Un elenco delle cose che forse non ti hanno detto sui bitcoin. Spiegato

Siamo ancora agli inizi, e i bitcoin sono ancora parecchio lontani dal diventare un fenomeno di massa. Forse perché molti non capiscono ancora perché dovrebbero usare la criptomoneta. Perché non la conoscono. Per gli scettici, ecco 10 buone ragioni per usarli subito. L’elenco è del sito WikiBlinks.com.

 nature-bitcoin-illustration-comp

1. Li muovi velocissimamente

Quando versi un assegno da una banca all’altra devi aspettare giorni per avere i soldi disponibili, la banca li trattiene per le operazioni di verifica. Allo stesso modo, i trasferimenti internazionali via bonifico possono richiedere tempi più o meno lunghi per essere effettuati. Al contrario, le transazioni via bitcoin sono molto più veloci. Possono essere istantanee, nel caso in cui siano a “zero confirmation”, vale a dire il merchant si assume il rischio di accettare la transazione senza che venga confermata dalla blockchain, il libro mastro che controlla tutte le operazioni che avvengono. Diversamente ci vorranno non più di 10 minuti.

catena-bitcoin

2. Costano meno di tutti

Sì, è vero. Starai pensando che le transazioni con la carta di credito sono immediate. Eppure, il commerciante e anche tu, pagherete una fee per avere questo privilegio, una su ogni transazione. Le fee via bitcoin sono minime, e in alcuni casi il processo di trasferimento avviene gratis.

ozcoin-hacked-stolen-funds-seized-and-returned-by-strongcoin

3. Nessuno può fregarti i tuoi soldi

Tutti hanno in mente quello che è successo a Cipro nel marzo del 2013. La Banca centrale per ricapitalizzarsi dalla grave crisi che attraversava aveva pensato di attingere a tutti i depositi non assicurati (quelli superiori ai 100mila dollari). Poi aveva cercato di ottenere anche una percentuale dei risparmi sotto quella cifra, andando direttamente a prelevare dalle tasche delle famiglie. Uno scenario da incubo che non potrebbe mai profilarsi con i bitcoin. Ed è facile capire il perché. La cripto moneta vive in un sistema decentralizzato, in cui tu la possiedi. Nessun autorità centrale può portartela via.

bitcoin_large_verge_medium_landscape

4. …e non può neanche riprendersi i suoi

Una volta che un bitcoin è stato inviato, parte nella Rete e giunge a destinazione. L’emittente non può provare a rientrarne in possesso, senza il consenso del destinatario. Al contrario con la carta di credito quando fai un acquisto potresti contattare la società emittente della carta di credito e fare un chargeback (in sostanza, chiedere il rimborso della transazione). Una procedura, dietro la quale, si nascondono spesso tentativi di frode, che non potrebbero esistere in un sistema regolato dai bitcoin.

bitcoin-security

5. Sono davvero anonimi

E se ci pensi è proprio una bella notizia. Pagare online con carta di credito presuppone tutta una serie di passaggi che richiedono l’inserimento di una serie di dati sensibili (numero della carta, scadenza, CVV). È un modo davvero insicuro di fare business dove c’è sempre il rischio che qualcuno possa rubare queste informazioni. Le transazioni via bitcoin, al contrario, non richiedono nessun dato particolare. Ogni persona ha due “chiavi” una pubblica e una privata. Mentre tutti possono vedere la pubblica (che corrisponde al tuo indirizzo bitcoin), nessuno potrà mai vedere la privata, a meno che tu non sia tanto stupido da renderla pubblica.

bitcoin-grow

6. Non diminuiscono il loro valore con l’inflazione

Di fronte a una crisi i governi possono reagire oggi stampando nuova moneta. Non ci sono soldi per pagare il debito nazionale? Allora la Federal Reserve, od organismi simili in giro per il mondo, crea nuova moneta e la inietta nell’economia. Quest’operazione si chiama alleggerimento quantitativo ed è alla base dell’inflazione poiché quando raddoppi i soldi in circolazione il valore della moneta che c’è già decresce e il prezzo dei beni e servizi sale. Con i bitcoin questo non è possibile. C’è un limite alla creazione di cripto moneta (21 milioni al massimo). Raggiunta questa cifra il numero non potrà più crescere e quindi causare inflazione.

snowden-bitcoin

7. Sono trasparenti e al tempo stesso proteggono la tua privacy

I bitcoin sono vincenti perché uniscono la trasparenza (grazie alla blockchain ognuno vedrà le tue transazioni) alla privacy: nessuno potrà sapere chi si nasconde dietro l’operazione. In sostanza, un portafoglio visibile, con un possessore invisibile. Quali altri sistemi in circolazione ti garantiscono questo livello di privacy oggi?

9Bitcoin

8. Non ci sono intermediari

Questo è quello che un po’ avviene nel sistema di oggi. Devi fidarti delle banche, delle persone che gestiscono i tuoi soldi. Dei servizi esterni di pagamento e della buona fede degli stessi commercianti. Tanti soggetti diversi e tutti hanno in mano un pezzo sensibile delle tue informazioni. Cosa che non succede con i bitcoin: è un sistema decentralizzato nel quale non hai bisogno di fidarti di qualcuno per farne parte.

Leggi anche: Bitcoin, la catena della fiducia che banche e governi non potranno mai corrompere

bitcoin-gif

9. Comandi tu il gioco e non altri

Prendi PayPal. Se decide che c’è un abuso può decidere di congelare i tuoi soldi e tu dovrai fare tutte le trafile del caso per rientrarne in possesso. Con i bitcoin tu sei il possessore delle tue chiavi, quella pubblica e quella privata, nessuno può portartela via e gestire i tuoi fondi. È l’unico esempio di pagamento elettronico in cui il tuo account non è gestito, e posseduto, da qualcun altro.

bitcoin-mani

10. Puoi anche crearteli da solo

Certo, oggi è difficile. Estrarre un bitcoin richiede delle spese in attrezzature e corrente elettrica che non tutti possono permettersi. Più vantaggioso, come si sa, comprarli sulla Rete. Eppure il principio di base resta. Potresti provarci, fare un investimento, lasciare la tua macchina accesa, il software in funzione. E creare i tuoi soldi, magari mentre dormi. E chi non vorrebbe guadagnare così?

Potrebbe interessarti

Bitcoin, la catena della fiducia che banche e governi non potranno mai corrompere

bitcoin-copertina-pecora

Da secoli l’uso della moneta si evolve secondo la tecnologia disponibile e i bisogni della società. Bitcoin è una forma di moneta, ogni moneta è informazione. L’informazione deve essere scambiata, solo così potrà essere riconosciuta e associata a un valore, soprattutto nella modalità del mondo odierno disegnato a rete. Continua a leggere…»

  • Fam

    1. C’è già PayPal che muove velocissimamente i soldi e lo fa con le monete nazionali, senza bisogno di cambi.

    2. Ci sono trasferimenti a costo zero anche con le carte di credito.

    3. I Bitcoin viaggiano su un sistema chiuso, per quanto decentralizzato. Non è che questo sia proprio rassicurante riguardo l’eventualità che qualcuno possa fregarmi i miei soldi.

    4. Vuol dire che neanche io posso riprendermi i miei soldi, se mi accorgo che sono stato truffato da un venditore?

    5. Finalmente una moneta anonima. Le organizzazioni criminali ringraziano.

    6. Questa è la parte più interessante della struttura piramidale di Bitcoin (altro che rete diffusa). Chi ha acquistato le prime monete lo ha fatto ad un prezzo molto più basso rispetto agli ultimi arrivati. Come dire che si è arricchito enormemente senza fare niente. Una catena di S. Antonio 2.0.

    7. Vedi punto 5.

    8. Non devi fidarti di qualcuno in particolare perché devi fidarti di tutti. I Bitcoin hanno valore finché tutti quelli che li usano accettano che sia così, se domani il gioco dovesse finire ci si ritroverebbe con il classico pugno di mosche in mano.

    9. In altre parole: se qualcuno entra in possesso del mio account ho perso tutto.

    10. Detta così sembra il Campo dei Miracoli di Pinocchio. Infatti ci sono anche il Gatto e la Volpe, pronti a lucrarci sopra. Dover sono? In cima alla piramide di Bitcoin. Più estrai più fai salire di valore i Bitcoin iniziali, che si trovano in grandi quantità (che tu non potrai più avere) ai vertici della piramide.

    • 1) Finchè non ti bloccano il conto per 6 mesi o più, o arriva il governo X che ti impedisce di inviare e/o ricevere i soldi da/verso Y.

      2) Stesso problema 1, e come 1 sono richiesti dati personali, burocrazia e quant’altro per aprirsi il conto, invece che un semplice “click” su app/browser.

      3) Bene, non hai idea di cosa stai parlando.

      4) Non dare soldi a sconosciuti, e affidati a sistemi di escrow se non hai piena fiducia nella controparte.

      5) E si, il dollaro e l’euro sono nominali infatti e non tracciabili. Per il resto si può finalmente sfuggire alla principale organicazione criminale contemporanea: lo stato.

      6) Quindi chi ha comprato le azioni dall’Apple (altra catena secondo la tua grande logica) prima che salissero di valore, si è anch’esso arricchito senza fare niente? (tipo la scelta giusta al momento giusto)

      8) Stesso vale con tutte le altre monete fiat (che tu probabilmete non sai cosa siano anche se le usi tutti i giorni), che storicamente hanno un ciclo di vita destinato a concludersi in nulla (diversamente ad esempio dall’oro)
      Storicamente è più probabile che si estinguano quelle che una vera moneta come il Bitcoin.

      9) I sistemi e la tecnologia per gestire la sicurezza dei propri Bitcoin è in continua evoluzione. Se ora è troppo difficile per te (o se magari appunto lo sarà per sempre), semplicemente non farne uso, non toccarli, non guardarli. Non ti lamentare però se c’è qualcuno che dopo tot anni si ritrova una fortuna in tasca.

      10) Minare ora è una cosa da professionisti del settore, l’articolo è assai sempliciotto in questo aspetto.

Ti potrebbe interessare anche

#Fintech è la parola più twittata in Italia da chi segue le startup

Sorpresa! Subito dopo #innovazione, #fintech e #bitcoin sono gli hashtag più usati su Twitter dagli italiani che cinguettano di startup

30 account Twitter da seguire per sapere tutto sul Fintech

Una selezione dei 30 migliori account che su Twitter aggiornano gli utenti sulle novità del fintech, dai pagamenti mobili al Bitcoin

Bitcoin, la catena della fiducia che banche e governi non potranno mai corrompere

Parte oggi su Smartmoney il think tank dedicato a Bitcoin e Blockchain. Il primo commento è sul vincolo di fiducia che lega chi usa le criptovalute, e che in un futuro molto prossimo potrebbe diventare la garanzia di ogni rapporto

Un modello virtuoso di Open Innovation: l’accordo Lanieri lanifici biellesi, spiegato

Il ceo del lanificio biellese spiega la scelta della sua società di investire in una startup: «È una mossa strategica per presidiare un mercato nuovo e portare in azienda stimoli e idee che altrimenti non avremmo potuto conoscere»